Bando Invitalia 2015: i nuovi incentivi per i giovani
22511
post-template-default,single,single-post,postid-22511,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

Bando Invitalia 2015: i nuovi incentivi per i giovani

“Nuove imprese a tasso zero” è un incentivo per i giovani o per le donne che scelgono di entrare nel mondo dell’imprenditoria, avviando una micro o piccola impresa. Gli incentivi sono validi in tutta l’Italia e finanziano progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro. Ovviamente, le agevolazioni verranno erogate nei limiti del regolamento de minimis e consistono in un finanziamento agevolato senza interessi, della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali. Le imprese, dal canto loro, devono garantire la restante copertura finanziaria e realizzare gli investimenti entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.

Una nuova opportunità

Finalmente buone nuove anche per i giovani e le donne che vogliono avere la possibilità di creare uno spazio loro, in tutta autonomia e sfidare il mondo della precarietà. Grazie a “Nuove imprese a tasso zero” , verranno stanziati infatti circa 50 milioni di euro, una cifra molto importante. Sarà possibile presentare una domanda a partire dalle ore 12:00 del 13 gennaio 2016. “Nuove imprese a tasso zero” si configura come una versione rinnovata della misura Autoimprenditorialità, aggiornata e modificata dal Ministero dello Sviluppo Economico. Quindi un’altra occasione utile per i giovani che vogliono muovere i loro primi passi nel mondo dell’imprenditoria. I giovani sono spesso scoraggiati da tutta la precarietà che ci circonda, ma se si ha un’idea originale o un piano ben ideato per creare un’azienda, non bisogna disperare. Ciò che è utile in questi casi è tenere d’occhio tutti i bandi, che siano regionali, statali o comunitari. Anche l’Unione Europea, spesso, mette a disposizione bandi per i giovani imprenditori.

Dove è possibile investire il denaro proveniente dal contributo

Sarà possibile finanziare grazie a questo contributo, iniziative per: produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei progetti agricoli; fornitura di servizi alle imprese e alle persone; commercio dei beni e servizi; turismo. Le attività che riguardano il settore turistico-culturale e l’innovazione sociale sono considerati particolarmente rilevanti. La misura è rivolta alle imprese partecipate in prevalenza da donne o giovani tra i 18 e i 35 anni. Le imprese, inoltre, dovranno essere costituite da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda per l’incentivo. Non dimenticate, che anche le persone fisiche possono richiedere il finanziamento, a patto che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni. Infine, le agevolazioni saranno concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello, che prevede che le imprese beneficiarie delle agevolazioni fino al limite massimo di 200 mila euro, tenuto conto di ulteriori agevolazioni già ottenute dall’impresa a titolo di de minimis nell’esercizio finanziario in corso alla data di presentazione dell’istanza e nei due esercizi finanziari precedenti.



Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Regione

Il tuo messaggio