Top
Home » Aprire un Negozio » Aprire un negozio di articoli sportivi
Aprire un negozio di articoli sportivi

Aprire un negozio di articoli sportivi

Se si desidera diventare imprenditori di se stessi, l’apertura di un’attività di vendita al pubblico è il primo modo per intraprendere questa strada, ma come si fa ad aprire un negozio? Vediamo quale potrebbe essere l’iter migliore per aprire un negozio di articoli sportivi.

Articoli sportivi: una moda che non passa

Vanno sempre a ruba e sono sempre richiesti: gli articoli sportivi non smettono mai di essere prodotti ricercati e venduti in tutte le stagioni, non per niente esistono grandi catene commerciali come Decathlon che ne hanno fatto un vero e proprio business. Se non si vuole essere da meno, bisogna proporre articoli sempre nuovi a prezzi concorrenziali: se si decide di aprire un negozio di articoli sportivi significa che si è almeno ben ferrati sull’argomento o si è appassionati di sport e di abbigliamento sportivo, se poi alla passione si aggiunge qualche conoscenza anche a livello agonistico non può essere che un vantaggio. Amare lo sport, essere dinamici, estroversi e disponibili verso gli altri sono alcune caratteristiche da avere per riuscire a instaurare un rapporto di fiducia con la propria clientela. Il venditore di articoli sportivi deve presentarsi ferrato su ogni articolo presente in negozio per saperne promuovere l’acquisto, e deve sapersi districare nella gestione e nel marketing per la promozione del negozio.

Requisiti necessari per aprire un negozio di articoli sportivi

Per poter aprire realmente il vostro negozio dovrete sottoporvi al classico iter burocratico per essere in regola con la legislazione attuale in materia di attività commerciali: per prima cosa bisogna aprire la partita iva e la posizione Inail, quindi recarsi presso gli uffici comunali della città in cui si intende aprire l’attività, per presentare la Diap ovvero la Dichiarazione di inizio attività. In quanto attività commerciale è obbligatoria l’iscrizione presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio.  Oggi  fino ai 28 anni sono previste delle particolari agevolazioni a chi vuole aprire un’attività commerciale: in questo caso, è preferibile scegliere  attentamente l’agevolazione che rappresenta la soluzione più conveniente. Naturalmente nel momento in cui si decide di usufruire di un qualsiasi incentivo, bisogna tenere a mente che la banca richiederà, prima del finanziamento, il business plan dell’attività, ovvero il progetto relativo al negozio e che dovrà essere completo di tutti i documenti richiesti compreso il contratto di affitto o di proprietà dell’attività.

Avviare un negozio equivale a fare un investimento vero e proprio il cui importo dipende dal tipo e dalle dimensioni del locale che influiranno sull’arredo e sulla quantità di merce da sistemarvi all’interno. Altri costi da prendere in considerazione e consequenziali alle dimensioni del locale sono l’affitto e il personale.

Elementi da valutare prima di aprire un negozio di articoli sportivi

A questo proposito non va sottovalutata la zona in cui si vuole aprire l’attività: il bacino di utenza dell’area prescelta non dev’essere minore alle 10mila unità, e il locale prescelto dev’essere di dimensioni discrete né  un buco né un locale di 500mq. Dato che si tratta di articoli sportivi, non è vitale che l’attività si trovi nel centro cittadino, è sufficiente che sia in un’area dedicata allo shopping come per esempio un centro commerciale. Nel prendere in considerazione la localizzazione dell’attività, laddove ci sia anche la possibilità di trovare parcheggio facilmente.

Poiché gli articoli sportivi sono prodotti sempre attuali che comprendono una fascia di pubblico che va dai più piccoli ai più grandi e dagli appassionati ai professionisti, l’apertura di tale negozio può racchiudere delle grandi potenzialità di riuscita, bisogna però saper stare al passo coi tempi e coi prezzi rispetto alle grandi catene di abbigliamento e attrezzature sportive. Una buona fascia di pubblico infatti è interessata ad attrezzature performanti, a macchinari e prodotti innovativi e sofisticati, oltre a richiedere un tipo di abbigliamento sportivo di marca e alla moda, per questo il negozio deve poter contare su un grande assortimento di prodotti di qualità, altrimenti finirà col soccombere alle catene. L’abbigliamento sportivo e le attrezzature, infatti, cambiano continuamente perché sottoposti a miglioramenti da parte delle case produttrici che intendono ottimizzare l’esperienza sportiva dei propri clienti, per questo è importante scegliere prodotti che presentino standard qualitativamente alti per poter conquistare e assicurarsi la propria clientela.

Molti negozi di articoli sportivi oggi per completare la loro offerta tendono anche a proporre al cliente un servizio post vendita, di riparazione e sostituzione degli articoli o delle attrezzature acquistate: ciò permette di fidelizzare la clientela che si sente più coccolata.

Oggi per aprire un negozio di articoli sportivi è possibile scegliere anche la soluzione del franchising per cui si può decidere di entrare a far parte di una società di negozi già esistente versando una determinata quota per diventare soci. Trattandosi di affiliazione in franchising, in genere, esistono delle condizioni particolari cui aderire e regole da seguire, come quella che ogni negozio deve mantenere la stessa linea di prodotti e di marketing senza lasciare spazio all’iniziativa personale.

Share
Nessun commento

Lascia un commento