Bando Inail per la sicurezza sul lavoro
Tutte le informazioni utili riguardo alla partecipazione al bando Inail per la sicurezza sul lavoro
22888
page-template-default,page,page-id-22888,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

Bando Inail: sicurezza sul lavoro

Anche l’ Inail propone finanziamenti a fondo perduto, rivolgendosi però non ai privati o ai progetti di autoimpiego, ma a quelle aziende che desiderino impegnarsi nella realizzazione o nell ’implementazione di progetti finalizzati al miglioramento delle condizioni di sicurezza e di tutela della salute nei luoghi di lavoro. Il bando Inail si rivolge a qualsiasi tipo di azienda, comprese quelle individuali, iscritte alla Camera di Commercio di riferimento, la concessione del finanziamento a fondo perduto include diverse modalità di intervento, il cui intento resta comunque e sempre quello di incrementare le misure per la sicurezza.

Gli interventi e i progetti che possono essere oggetto della concessione del credito

Attraverso il bando Inail sicurezza, l’ente, coerentemente con la sua stessa natura, sostiene unicamente quei progetti il cui fine ultimo sia quello di migliorare le condizioni dei lavoratori nel contesto della sicurezza e della tutela della salute, realizzando interventi di modifica alla struttura dell’edificio, adottando strumenti e misure di prevenzione e metodi organizzativi efficaci per ridurre al minimo il livello di rischio. Tra gli interventi ammessi dal bando per il finanziamento a fondo perduto sono inclusi i progetti di bonifica relativi alle strutture contenenti eternit e amianto, i progetti di investimento per la ricerca e lo sviluppo di soluzioni utili ad incrementare il livello di sicurezza ed a ridurre i fattori di rischio al minimo, i progetti relativi all’adozione di modelli organizzativi finalizzati ad ottenere un maggiore livello di controllo nell’ambiente di lavoro e ad intervenire con efficacia in qualsiasi eventualità.

Progetti relativi alle piccole imprese

Il bando Inail per il finanziamento a fondo perduto si rivolge anche alle piccole aziende e alle microimprese che operano nei settori della ristorazione, quali possono essere i servizi di mensa, i ristoranti e i bar, le pasticcerie e gelaterie, i servizi di catering e banqueting, il commercio al dettaglio di prodotti alimentari. Nel caso dell’imprenditoria giovanile, tale bando costituisce un’ulteriore opportunità di incentivo rispetto a quella prevista dai finanziamenti a fondo perduto per i giovani imprenditori.

Come effettuare la domanda online per il bando Inail

Il bando Inail sicurezza permette ai beneficiari di ricevere un contributo a fondo perduto di un importo pari al 65% dell’investimento da effettuarsi con un limite massimo di 130 mila euro, e di 50 mila euro per i progetti relativi alle piccole imprese e alle microimprese. Per ottenere il credito è necessario, prima di tutto, procedere con la registrazione sul portale web di Inail, entro la data stabilita dal bando stesso. Successivamente, la domanda potrà essere inoltrata nelle date indicate dal bando Inail, con possibilità di precompilare il form online e di salvarlo. La piattaforma consente anche di ottenere una simulazione del contributo concesso in relazione al progetto da presentare, e di verificare che, effettivamente, sussistano i requisiti necessari per rientrare nella soglia di ammissibilità al finanziamento.

Come ottenere il codice identificativo

Le imprese che possiedono i requisiti indicati dal bando, e che hanno provveduto a redigere e salvare la domanda, possono successivamente scaricare dal portale Inail il codice identificativo, necessario per distinguere univocamente ogni azienda richiedente. A questo punto, dopo l’ottenimento del codice, sarà possibile inviare la domanda di ammissione al contributo a fondo perduto tramite lo sportello informatico Inail, i cui orari di apertura sono indicati sul sito. La procedura consiste nell’inoltro di una copia della domanda in formato digitale generata dal portale Inail, unita a tutta la documentazione necessaria secondo quanto indicato nell’avviso pubblicato dalla Regione di riferimento e relativo al progetto presentato per il finanziamento. Il periodo utile ad inviare i documenti è di 30 giorni dalla data di perfezionamento della domanda.

Requisiti di base delle aziende che richiedono il contributo Inail

Per ottenere i contributi a fondo perduto Inail destinati a favorire la sicurezza e a tutelare la salute nei luoghi di lavoro, le aziende devono dimostrare di possedere alcuni requisiti basilari. Innanzitutto, la sede fisica dell’azienda per cui si richiede il finanziamento deve essere localizzata nel territorio in cui viene presentata la domanda, e l’azienda deve essere iscritta nell’Albo delle imprese artigiane o nel Registro delle Imprese, perfettamente in regola con tutti gli obblighi contributivi e fiscali e nel pieno e libero esercizio dei propri diritti. Contestualmente alla domanda per i contributi Inail, le aziende richiedenti non devono avere inoltrato richiesta di altri contributi pubblici per lo stesso progetto. Gli avvisi relativi all’emissione dei bandi vengono resi note da ogni regione, specificando i dettagli delle spese per le quali può essere richiesto il finanziamento.

Finanziamenti a fondo perduto Inail destinati all’agricoltura

L’Inail riserva alle microimprese e alle piccole società che operano nel settore della produzione agricola la possibilità di avvalersi di un finanziamento a fondo perduto destinato all’acquisto o al noleggio di macchine agricole, trattori e macchine forestali caratterizzati da tecnologie innovative che contribuiscano all’abbattimento delle emissioni tossiche, dell’inquinamento acustico e della sostenibilità ambientale. Questo tipo di finanziamento si rivolge essenzialmente a due target specifici di beneficiari: i giovani agricoltori, organizzati in aziende individuali e società, e le aziende agricole in generale. I contributi vengono assegnati fino ad esaurimento delle risorse economiche disponibili, e secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande, nella misura del 40% dell’investimento per le aziende e del 50% per i giovani agricoltori, per un importo massimo di 60 mila euro. L’esito positivo della richiesta di finanziamento è relativa al superamento della verifica tecnica e della conseguente realizzazione del progetto presentato. Quest’opportunità, insieme a quella offerta dai fondi europei per l’agricoltura, consentono a chi opera all’interno del settore agricolo di efficentare il proprio apparato produttivo e di migliorare la qualità del roprio lavoro

Il bando Inail sicurezza per le opere di rimozione e bonifica dell’amianto

Una delle finalità di utilizzo dei contributi a fondo perduto del bando Inail riguarda le opere di bonifica e di rimozione dell’amianto, un contesto che si correla strettamente alla salute e alla sicurezza sui luoghi di lavoro. In questo caso i fondi stanziati dall’ente, e che corrispondono sempre al 65% delle spese sostenute per la realizzazione del progetto presentato, riguardano le operazioni di rimozione, bonifica e smaltimento di materiali e strutture contenenti amianto, sia nel caso di progetti non ancora avviati che in corso di realizzazione. Per accedere a questo tipo di contributo è necessario che l’azienda richiedente sia iscritta alla Camera di Commercio di riferimento, seguendo poi le diverse fasi della procedura di presentazione del progetto e domanda di finanziamento, come indicato nel bando. La bonifica e lo smaltimento dell’amianto possono costituire una prima fase di un successivo progetto di riqualificazione energetica, con la possibilità, in base alle esigenze, di avvalersi di ulteriori finanziamenti messi a disposizione dagli enti pubblici.