Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un negozio di fiori
Come aprire un negozio di fiori

Come aprire un negozio di fiori

Sono in tanti a coltivare una grande passione per i fiori e per le piante. Del resto, si tratta di elementi che fanno parte della natura e che servono ad arricchire le nostre case. Prendersi cura delle piante e dei fiori significa avere amore per gli esseri viventi e per quanto di buono la nostra terra produce. Spesso, determinate tipologie di piante e di fiori si utilizzano anche per fare regali o in occasioni di particolari ricorrenze. Inoltre, esistono diversi significati simbolici che è possibile associare ad un fiore o ad una pianta. Nel corso di questa guida cercheremo di fornire informazioni in merito ai passi da compiere per aprire un negozio di fiori.

Come aprire un negozio di fiori: i requisiti

Dal punto di vista professionale è fondamentale conoscere bene il settore per poterci lavorare in maniera efficace. Bisogna essere dei grandi appassionati di fiori e di piante per svolgere un simile lavoro. Una passione che deve, dunque, andare di pari passo con l’acquisizione di competenze importanti che possano ritornare utili ogni volta che un cliente si presenterà nel vostro negozio e chiederà consigli su una particolare tipologia di pianta o di fiori.

Come detto in precedenza, in Italia esiste una grande tradizione legata ai fiori. Questo dovrebbe portare chi decide di investire in questo settore a fare molta attenzione all’ubicazione dell’attività. Spesso, si nota la presenza dei negozi di fiori nei pressi dei cimiteri ma non è raro vederne altri anche in corrispondenza dei centri commerciali o, comunque, di zone molto frequentate.

Chi si occupa di un negozio di fiori deve, inoltre, essere in grado di realizzare qualcosa di unico e di originale, nel senso che deve dar vita a composizioni particolari e deve mettere in moto la sua creatività, in modo tale che i suoi prodotti si differenzino in maniera abbastanza netta da quelli degli altri.

Chi vuole lavorare in questo settore potrebbe decidere di laurearsi in botanica oppure frequentare un corso, come ad esempio quelli organizzati dalle associazioni di categoria. Importante, inoltre, essere sempre aggiornati sulle ultime novità floreali e anche per questo motivo potrebbe essere utile seguire dei corsi di approfondimento.

Sotto il profilo economico, il costo dell’investimento iniziale dipende dal tipo di negozio che vorrete realizzare e dalla grandezza del locale. Il consiglio è di cominciare con un negozio non grandissimo, per il quale potrebbe essere necessario un investimento vicino ai 10.000 euro. Il locale deve, inoltre, essere grande almeno 50 metri quadrati e deve essere arredato con gusto ed eleganza, in modo tale da accogliere al meglio il cliente.

Dal punto di vista della strumentazione e dell’attrezzatura necessaria per tale attività, è bene precisare che in un negozio di fiori non dovrebbe mai mancare un espositore per piante e per fiori, un bancone principale e un altro nel retro, in modo tale da effettuare la lavorazione e la creazione delle composizioni in un ambiente tranquillo.

Come aprire un negozio di fiori: l’iter burocratico

Sotto l’aspetto burocratico non sono necessarie procedure particolarmente lunghe e complicate per poter aprire un negozio di fiori. I vari passaggi prevedono l’apertura di una Partita Iva e l’iscrizione all’Inps. Bisogna, inoltre, specificare l’importanza dell’iscrizione del vostro negozio di fiori presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio. Infine, è necessario recarsi presso il comune sul cui territorio avrà vita il negozi o di fiori e presentare la dichiarazione di inizio attività.

 

Share
Nessun commento

Lascia un commento