Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un’agenzia matrimoniale
Come aprire un'agenzia matrimoniale

Come aprire un’agenzia matrimoniale

Sempre più sono le persone che dedicandosi quasi esclusivamente al lavoro hanno sempre meno tempo per le relazioni personali per cui diventa difficile per loro incontrare un’eventuale ‘anima gemella’. In aiuto di quanti possono sentirsi soli perché non hanno il tempo o l’occasione di incontrare persone nuove, arrivano le agenzie matrimoniali che sono nient’altro che delle imprese che  si impegnano a trovare un compagno o una compagna a chi ne ha bisogno. Vediamo come aprire un’agenzia matrimoniale.

L’agenzia matrimoniale e i suoi servizi

Come qualsiasi tipo di attività, anche l’agenzia matrimoniale può ben qualificarsi come impresa che risulta essere anche abbastanza diffusa nel nostro paese perché oggi la vita frenetica di molte persone non permette loro di avere tempo libero da dedicare alle nuove conoscenze e ai rapporti personali, anche per questo la maggior parte delle relazioni amorose nascono sul posto di lavoro perché è il luogo dove si trascorre più tempo e dove è possibile incontrare persone. In Italia le prime agenzie matrimoniali si sono viste verso la metà degli anni 80 e la loro apertura non è stata facile dato che era del tutto assente all’inizio una normativa che ne regolasse l’attività tanto che molte erano le agenzie matrimoniali poco affidabili o illegali. Per fortuna dal 1985 si sono stabilite le prime norme sulla regolamentazione di queste attività dimostrando come un’agenzia matrimoniale sia a tutti gli effetti un’attività imprenditoriale che può portare a un buon risultato economico.

Cosa serve per aprire un’agenzia matrimoniale?

Prima di tutto bisogna richiedere alcuni permessi e autorizzazioni quali l’autorizzazione della Questura, l’iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio, l’autorizzazione Asl per l’uso dei locali, l’apertura della partita iva, e fare denuncia di inizio attività al Comune competente. Per quanto riguarda l’investimento economico si rivelerà abbastanza modesto dato che le principali spese da gestire saranno l’affitto del locale, l’acquisto di computer, materiale da cancelleria, telefoni e collegamento a Internet, la gestione e aggiornamento del sito web e la promozione dell’attività. Per poter aprire e gestire questo tipo di attività non sono necessari requisiti professionali specifici, ma è preferibile essere predisposti al contatto con gli altri, avere capacità di ascoltare e interpretare le esigenze e richieste altrui, saper gestire il sito web e aggiornare la banca dati degli iscritti, avere ottime doti di comunicazione e la capacità di cogliere le affinità caratteriali tra le persone, possedere tatto, gentilezza, cortesia e rispetto per i propri clienti, mentre indispensabili sono buone capacità manageriali per gestire e promuovere l’attività e avere massima riservatezza e rispetto della privacy dei clienti.

Cosa si ricerca dalle agenzie matrimoniali

L’agenzia matrimoniale quindi, dovrà offrire dei servizi ai suoi clienti che siano utili a trovare amicizie, partner per convivenze, donne o uomini all’estero e compagni dello stesso sesso. Anche la scelta di specializzarsi in un unico settore può rivelarsi un punto di forza e una scelta id marketing strategico che può inserirla nella concorrenza. I guadagni economici di un’agenzia matrimoniale provengono dalle quote di iscrizione dei clienti che cercano un compagno o una compagna: alcune attività prevedono una quota periodica, semestrale o annuale, altre invece contemplano una quota per ogni nuovo contatto fornito al cliente o per ogni incontro organizzato. Per aumentare il numero di iscrizioni, inoltre, e di conseguenza i suoi guadagni l’agenzia dovrà puntare sulla pubblicità dei propri successi. Molte sono oggi le agenzie matrimoniali in franchising: in pratica queste attività condividono banche dati e, proprio per questo, riescono a offrire più probabilità di successo ai propri clienti dato che esistono motori di ricerca capaci di abbinare i diversi profili di clienti iscritti. Bisogna invece prestare attenzione alle agenzie abusive che hanno avviato l’attività senza ottenere o richiedere i dovuti permessi previsti dalla legge: queste agenzie, in genere, non hanno una sede concreta, ma svolgono tutti i propri servizi on line cosa che la legge vieta dato che l’agenzia è obbligata ad avere una sede reale e reali autorizzazioni.

Share
Nessun commento

Lascia un commento