BANNER_PMI_1920x500_v4 (1)

Finanziamenti a Fondo Perduto – CONTRIBUTI PMI

Noi di Contributi PMI ci occupiamo di finanziamenti alle imprese, ossia del disbrigo di tutte le pratiche necessarie all’imprenditore per chiedere un finanziamento fondamentale per svolgere la propria attività. Siamo specializzati, inoltre, nelle diverse forme di finanziamenti all’imprenditoria giovanile offrendo una consulenza per i contributi presenti sia a livello regionale che a carattere nazionale ed europeo.

Prestiti a fondo perduto: i finanziamenti agevolati per promuovere l’imprenditoria

I prestiti a fondo perduto costituiscono un particolare tipo di finanziamento agevolato erogato dagli enti pubblici (Stato, Regioni, Provincie, talvolta anche Unione Europea) con l’intento di promuovere l’autoimprenditorialità e di incentivare lo sviluppo economico in un determinato territorio. La caratteristica principale di questo tipo di prestiti è dovuta al fatto che, parzialmente o totalmente, il capitale erogato non è soggetto alla restituzione né ad alcun tasso di interesse: si tratta di una sorta di investimento da parte degli enti pubblici nei confronti delle nuove imprese a tasso zero e delle forme di autoimpiego. In relazione all’ente erogatore e al target di riferimento, i finanziamenti a fondo perduto assumono caratteristiche differenti, rivolgendosi ai giovani imprenditori, ai disoccupati che scelgono forme innovative di autoimpiego, ad incrementare lo sviluppo economico in un’area soggetta a crisi e recessione. Per accedere ai finanziamenti, gli enti erogatori emettono periodicamente dei bandi, rivolti ai soggetti in possesso di determinati requisiti.

Chi sono i beneficiari dei prestiti a fondo perduto

Di solito i finanziamenti a fondo perduto si rivolgono ai soggetti che hanno intenzione di iniziare un’attività in proprio, persone fisiche, società e cooperative, e spesso favoriscono l’imprenditoria femminile e le forme di autoimpiego dei giovani: per tale ragione, nella maggioranza dei casi, il limite d’età costituisce il primo parametro per accedere al prestito. In diverse occasioni, nel corso del tempo, sono state privilegiate specifiche aree territoriali, considerate economicamente svantaggiate, al fine di incentivare la nascita di start up e la ricerca di nuove formule imprenditoriali, soprattutto per contrastare la disoccupazione giovanile. Tuttavia, non sempre i finanziamenti a fondo perduto si limitano a sostenere i progetti dei giovani imprenditori: in diverse occasioni i contributi a fondo perduto si rivolgono anche ad aziende già avviate, che devono però dimostrare di operare in settori di pubblica utilità, o di essere impegnate nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie innovative. Soprattutto negli ultimi anni, questo tipo di finanziamento viene concesso soprattutto ai giovani imprenditori che hanno intenzione di operare nella aree più colpite dalla crisi, con un estremo riguardo per le donne, che solitamente incontrano maggiori difficoltà nel realizzare un progetto di star up.

La presentazione del business plan

L’ottenimento di un finanziamento a fondo perduto richiede la presentazione di una domanda legata ad progetto descritto in ogni dettaglio tramite la redazione di un business plan. La precisione nella presentazione dei documenti è importantissima per favorire il buon esito: è necessario, oltre a dimostrare di rientrare in determinati requisiti, fornire una serie di informazioni relative al progetto di cui si desidera ottenere il supporto economico, agli sviluppi futuri, alle spese da sostenere con il capitale ottenuto, agli obiettivi da raggiungere e alle possibilità che l’attività riserva in merito all’economia del territorio. E’ necessario tenere presente che la documentazione inviata verrà sottoposta ad una rigorosa analisi, per questo vale la pena di redigere un business plan chiaro e dettagliato, e di prestare la massima attenzione nel non eludere alcun elemento.

Quali sono gli enti che erogano questi finanziamenti

Stato, Regioni, Provincie e Unione Europea sono tra i maggiori sostenitori dei progetti di imprenditoria giovanile e femminile e della nascita di start up quale strumento di sviluppo economico all’interno di un territorio colpito dalla crisi e dalla disoccupazione. Gli enti pubblici provvedono, nel corso dell’anno, ad emettere i bandi per l’accesso ai finanziamenti, rivolgendosi di volta in volta a particolari categorie di beneficiari. Per richiedere il finanziamento, è necessario prima di tutto verificare, attraverso il bando, di essere in possesso dei dovuti requisiti, per poi procedere a compilare l’apposito modulo in tutte le sue parti, allegando un business plan chiaro e preciso. Il vantaggio di questo tipo di finanziamento è quello di essere cumulabile con ulteriori agevolazioni ottenibili attraverso un altro bando: ad esempio, un’azienda che sia riuscita ad aggiudicarsi un capitale a fondo perduto in fase di start up, potrà in futuro partecipare ad un altro bando di finanziamento, qualora dovesse dimostrarsi in possesso dei dovuti requisiti. Accade spesso che i bandi non siano sufficientemente pubblicizzati, e se ne venga a conoscenza quando il fondo è ormai esaurito: per chi è interessato, può essere utile consultare spesso il sito dell’Unione Europea, di Invitalia , del Ministero dello Sviluppo Economico e degli enti locali. I bandi possono essere sempre aperti o a scadenza, attivi a livello statale o regionale, o limitati in un preciso settore o territorio.

Le modalità di accesso ai finanziamenti a fondo perduto

Per accedere ad un prestito a fondo perduto è necessario, prima di tutto, capire quali siano i propri requisiti, in maniera da potersi orientare verso il prodotto adatto, poiché ogni bando possiede diverse caratteristiche. Per la maggior parte, i finanziamenti sono gestiti dall’agenzia nazionale Invitalia  (che prima era nota come Sviluppo Italia finanziamenti a fondo perduto) tramite piattaforma online: sul sito dell’agenzia è possibile reperire le informazioni dettagliate sulle diverse forme di finanziamento in corso e sulla relativa documentazione necessaria per accedervi, compilare la domanda e allegare il business plan. Le domande vengono analizzate in ordine cronologico dai consulenti dell’agenzia, in maniera tale da elaborare una graduatoria. E’ consigliabile visitare spesso il sito di Invitalia e procedere subito ad inviare la domanda, per evitare che i fondi destinati al prestito siano già terminati. Il progetto Selfiemployement, dedicato alle forme di autoimpiego dei giovani iscritti al programma Garanzia Giovani, consente inoltre ai partecipanti di usufruire di un percorso di orientamento e guida nella realizzazione del proprio progetto e nella stesura di un business plan efficace.

I vantaggi

Ovviamente, il maggiore vantaggio offerto da questo tipo di finanziamento è dovuto al fatto di non essere soggetti agli interessi, e talvolta neanche alla restituzione di tutto o una parte del capitale ottenuto in prestito. Intraprendere un’attività indipendente comporta sempre alcune difficoltà economiche, legate soprattutto alla mancanza di fondi e alla necessità di ricorrere a prestiti e finanziamenti: i prodotti offerti da istituti di credito e società finanziarie comportano tassi di interesse piuttosto elevati e lunghi piani di ammortamento. Gli elementi negativi sono dovuti alla disponibilità limitata dei fondi riservati dagli enti pubblici per sostenere l’imprenditoria, e dai lunghi tempi di attesa per la verifica e l’approvazione dei progetti: talvolta, soprattutto per i finanziamenti a fondo perduto di Sviluppo Italia (ora Invitalia), si tratta di dover attendere anche oltre un anno.

CONTRIBUTI PMI

La nostra società si rivolge a privati che intendono avviare un’attività imprenditoriale ex novo ma anche a professionisti e piccole e medie imprese che intendono rafforzare ed implementare attività lavorative già in essere. In generale, offriamo il nostro lavoro di consulenza a tutti coloro che sono potenzialmente interessati ad intraprendere un percorso lavorativo autonomo. Avviare un’impresa oggi non è semplice, ma nemmeno impossibile. Per partire con il piede giusto è fondamentale essere informati ed affidarsi a consulenti esperti e preparati, capaci di mettere i cittadini nelle condizioni di poter usufruire dei fondi regionali, statali ed europei che – mensilmente – vengono erogati in favore dell’apertura di nuove attività e/o del rafforzamento delle imprese esistenti.

Chi Siamo
FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE

I finanziamenti alle imprese possono essere legati a fondi europei, nazionali oppure regionali. Noi di Contributi PMI ci occupiamo di selezionare per i nostri clienti le risorse a disposizione e di consigliare il progetto che meglio corrisponde alle esigenze e agli obiettivi di chi si rivolge a noi. In linea di massima, esistono differenti tipi di finanziamenti alle imprese che possono essere erogati sia per aperture di attività ex novo, sia per implementare e rafforzare la liquidità di imprese preesinstenti. In tutti i casi i finanziamenti per essere erogati esigono dei preequisiti che bisogna necessariamente, nonché delle regole da rispettare sia prima che dopo l’erogazione del contributo.

I Finanziamenti
IMPRENDITORIA GIOVANILE

In Italia, i dati che riguardano l’occupazione giovanile sono negativi ormai da molti anni. In genere, i giovani italiani – tuttavia – sono in possesso di titoli di studio altamente qualificati; inoltre, per le donne trovare un impiego è più difficile rispetto a quanto accade ai loro colleghi maschi. Anche per questo, il numero di donne che effettivamente copre in nel nostro paese un ruolo importante è decisamente basso. Tuttavia, così come ci sono tante donne che cercano un impiego e non intendono rinunciare al posto fisso, ce ne sono tante altre che desiderano avviare un’attività e che sono disposte a rischiare mettendo in piedi aziende individuali e società. La legge, almeno da questo punto di vista, sembra premiarle.

Imprenditoria Giovanile
FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO - REGIONE CAMPANIA

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Regione

Il tuo messaggio


Contributi PMI

Siamo specializzati nei finanziamenti alle imprese, nei contributi alle pmi e nei progetti di imprenditoria femminile. Lavoriamo fianco a fianco con i nostri clienti, perchè il successo della loro azienda rappresenta il nostro successo.

Finanziamenti alle imprese

Contributi PMI mette a disposizione dei propri clienti competenza e informazioni per accedere ai finanziamenti alle imprese che - annualmente - vengono stanziati da Unione Europea, nonchè enti Nazionali e regionali.

Imprenditoria giovanile

La legge sull'imprenditorialità giovanile ha stanziato una serie di fondi ( alcuni dei quali destinati alle sole donne) con precise norme per accedere a finanziamenti agevolati.

Ultimi bandi pubblicati

I NOSTRI CLIENTI

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Vuoi avere qualche informazione in più su un bando già pubblicato? Desideri sapere quando sarà pubblicato il bando adatto al tuo progetto? Contattaci! Il nostro staff è a completa disposizione via mail, via chat e via telefono.

CONTATTACI