Top
Home » Finanziamenti » Finanziamenti europei per il 2018: opportunità per imprese e PMI
Finanziamenti europei

Finanziamenti europei per il 2018: opportunità per imprese e PMI

I finanziamenti dell’Unione Europea sono destinati alla crescita economica e alla coesione dei Paesi membri dell’Unione.

I fondi che prevedono finanziamenti (anche a fondo perduto) sono di due tipi diversi:

  • fondi diretti, cioè erogati dalla Commissione Europea attraverso programmi come Horizon 2020
  • fondi indiretti, cioè erogati da ministeri, regioni ed enti a livello nazionale e regionale

Per il periodo dal 2014 al 2020 l’Unione Europea ha messo a bilancio ben 960 miliardi di euro.

Scopriamo dunque quali sono i principali fondi europei a cui attingere per avere un finanziamento nel 2018.

Horizon 2020

Horizon 2020 è il programma dell’Unione Europea di sette anni (2014-2020) dedicato al mondo della ricerca e dell’innovazione. Con Horizon 2020 l’Unione Europea ha raggruppato tutti i finanziamenti per ricerca e innovazione col fine di facilitare l’accesso ai fondi.

I tre “pilastri” di Horizon 2020: Excellent Science, Industrial Leadership, Societal Challenge

Excellent Science è il programma relativo alla ricerca scientifica europea e vuole sostenere le idee e i talenti più interessanti dell’Unione. L’obiettivo è quello di rendere l’Europa attraente per i ricercatori di tutto il mondo.

Industrial leadership, invece, sostiene la ricerca nel mondo dell’Industria europea, con l’obiettivo di potenziare la leadership continentale nella tecnologia industriale abilitante. Il programma vuole facilitare l’accesso ai capitali e fornire un supporto alle piccole e medie imprese.

Societal Challenge, invece, è il programma relativo ad aspetti strategici per l’UE: Salute, Sicurezza Alimentare, Energia Sicura, Trasporti Intelligenti, Azioni per il Clima e Società Inclusiva.

In tutte e tre pilastri della di Horizon 2020 una particolare attenzione è dedicata all’ICT.

Horizon 2020: a chi è rivolto e quanto si investirà

Al bando possono partecipare sia i soggetti giuridici (centri di ricerca, università, imprese, organizzazioni no profit) che i soggetti non provvisti di personalità giuridica.

L’UE spenderà tra 2018 e il 2020 ben 30 miliardi di euro per il programma.

La Commissione Europea ha anche dichiarato di voler concentrare la propria azione su migrazione, sicurezza, clima,,economia digitale; una particolare attenzione sarà rivolta alle nuove azioni “pionieristiche e creatrici di mercato”.

Circa 2,2 miliardi di euro sono destinati a progetti per la produzione di energia pulita nei settori delle energie rinnovabili, degli edifici a efficienza energetica e della mobilità elettrica.

Altri settori su cui si concentrerà l’Unione Europea saranno l’economia circolare, la digitalizzazione delle imprese.

Un grosso sostegno arriverà anche al mondo della ricerca di eccellenza, con un finanziamento per il 2018 di quasi 1,86 miliardi di euro.

Il programma di lavoro 2018-2020 rafforza anche la cooperazione internazionale extra UE con paesi come Canada, Stati Uniti, India, paesi africani, Singapore, Australia.

Una importante novità per il 2018 è l’introduzione del progetto pilota per il finanziamento forfettario, che sposterà l’attenzione dei controlli delle verifiche finanziari al contenuto tecnico scientifico del progetto.

Horizon 2020: il bando ERC Proof of Concept Grant

All’interno del programma Horizon 2020 è stato pubblicato il bando 2018 Erc Proof of Concept Grant.

Questo finanziamento è destinato ai ricercatori che hanno già beneficiato di una convenzione CER che vogliano portare sul mercato i risultati ottenuti.

Il bando infatti prevede un finanziamento per scoprire il potenziale di un’idea sul mercato. Il bando si rivolge ricercatori hanno già ottenuto una sovvenzione CER per un progetto in corso o terminato non più di 12 mesi.

Il finanziamento per ciascun progetto 150mila euro per 18 mesi e prevede un rimborso fino al 100% dei costi totali diretti del progetto e di una flat rate a copertura dei costi indiretti pari al 25% dei costi diretti ammissibili.

Il budget prevede circa 20 milioni di euro. Sono previste tre scadenze: 16 gennaio 2018, 18 aprile 2018, 11 settembre 2018.

Cosme:  il programma destinato alle imprese e le PMI

Cosme è il programma europeo che prevede finanziamenti destinati alle imprese e alle PMI per incrementarne la competitività. Il bando ha il fine di promuovere la creazione di nuove imprese e incoraggiare la cultura imprenditoriale.

Cosme è l’acronimo acronimo di Competitiveness of Enterprise e SMEs e fra gli obiettivi del programma troviamo:

  • migliorare l‘accesso delle PMI ai finanziamenti sotto forma di capitale proprio e di debito;
  • sccrescere la competitività e la sostenibilità delle imprese dell’Unione, specialmente le PMI;
  • promuovere lo spirito imprenditoriale.

Il bando Cosme prevede l’accesso al credito alle PMI tramite strumenti finanziari precisi, tra cui lo strumento di capitale proprio per la crescita, EFG, sostenuto direttamente dal Fondo Europeo per gli investimenti.

Chi può beneficiare del Cosme

Possono beneficiare del Cosme le imprese, in particolare le PMI, gli aspiranti imprenditori e le autorità nazionali, regionali e locali.

Possono accedere al programma sia le imprese di paesi dell’Efta che i paesi aderenti,  candidati e i potenziali candidati, senza dimenticare quei paesi nei cui confronti si applicano le politiche europee di vicinato. Per il progetto Cosme l’Unione Europea ha stanziato oltre 2 miliardi di euro.

Il programma Interreg Adrion 2014-2020

Questo specifico programma ha lo scopo di supportare le strategie economico e imprenditoriali nella macroregione Adriatico Ionica (Eusair), cioè Italia, Slovenia, Croazia Serbia, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Albania, Grecia.

Interreg Adrion promuove gli investimenti in innovazione e ricerca delle imprese e la collaborazione tra imprese, centri di ricerca e sviluppo e scuole superiori.

Gli obiettivi del programma Interreg Adrion sono:

  • Promuovere la valorizzazione delle risorse naturali e culturali come aspetti di crescita
  • Conservare proteggere promuovere il patrimonio naturale e culturale proteggere la biodiversità, il suolo e le infrastrutture verdi.
  • Prevenire la vulnerabilità ambientale e promuovere la salvaguardia degli ecosistemi
  • Migliorare i sistemi di trasporto ecologici a basso rumore e a bassa emissione di carbonio
  • Supportare la governance del Eusair

A quanto ammontano le risorse per Interreg Adrion

L’Unione Europea ha previsto uno stanziamento di quasi 118 milioni di euro.

Il lancio del bando per il 2018 è previsto a febbraio e saranno stanziati circa 45 milioni di euro per sostenere i progetti previsti dal programma.

Finanziamenti europei: quante opportunità

I tre programmi di cui abbiamo parlato sono solo alcuni dei finanziamenti previsti dall’Unione Europea.

Si tratta di programmi molto interessanti per imprese e PMI perché favoriscono l’innovazione, il cambiamento e il miglioramento delle attività aziendali.

Parliamo di finanziamenti che prevedono una parte a fondo perduto. Se hai un’azienda puoi usufruire dei finanziamenti previsti dall’Unione Europea: contattaci, ti seguiremo passo dopo passo nella richiesta dei finanziamenti e nello svolgimento di tutte le pratiche richieste.

Share
2 Commenti
  • Luigi Colagrossi
    02/10/2018 at 11:30

    Buongiorno vorrei essere contattato x valutare assieme un progetto che intendo sviluppare a Roma che riveste anche un importante carattere sociale.
    Luigi
    3355990458

Lascia un commento