Top
Home » Aprire un'Attività » Aprire un centro Yoga
Aprire un centro Yoga

Aprire un centro Yoga

Lo Yoga è una delle attività più praticate al mondo che deriva dalla cultura indiana e si basa su un antico e complesso sistema di conoscenze di tecniche e posizioni. Il significato di Yoga nella radice sanscrita vuol dire giogo, soggiogare, compiere un’azione e unire.

Questa disciplina è una delle più apprezzate per il benessere psicofisico di chi la pratica in quanto consente di ottenere una conoscenza precisa e sofisticata dei vari processi fisiologici e dei processi psichici. Grazie allo Yoga è possibile ottenere una interazione tra corpo e mente. Insomma, una vera manna dal cielo per chi decide di praticare questa nobilissima ed antichissima arte.

Dal punto di vista fisico praticare Yoga apporta numerosi benefici al nostro corpo. Innanzitutto ci aiuta a ritrovare il benessere attraverso un crescente senso di calma e lucidità mentale, ci aiuta ad aumentare la concentrazione e a definire meglio il proprio cammino esistenziale.

Le posizioni dello Yoga sono state concepite per aumentare la flessibilità del corpo, a migliorare il tono muscolare ed a sostenere il sistema cardio circolatorio. Inoltre lo Yoga tonifica il sistema nervoso e favorisce il controllo delle proprie emozioni. Le diverse tecniche dello Yoga sono molto utili a calmare l’iperattività ed a rilassare la nostra mente.

Come aprire un centro Yoga: iter e requisiti

Lo Yoga, dunque, è una delle discipline più praticate al mondo. Si calcola che ci sono almeno 200 milioni di persone nel mondo che lo praticano. In Italia sarebbero circa 2,5 milioni gli appassionati di Yoga. Questo ha consentito una rapida diffusione dei centri dove si pratica questa nobile arte in tutto il territorio nazionale.

Per aprire un centro Yoga in Italia, dal punto di vista burocratico, l’iter da seguire è uguale alle altre attività sportive, cioè quello dedicato alle palestre ed alle altre attività. La base di partenza, dunque, rimane l’apertura di una partita IVA e la registrazione dell’attività presso l’ente di riferimento. Occorre, inoltre, ottenere i vari permessi comunali e quelli rilasciati dall’ASL, senza i quali è impossibile poter operare.

Inoltre, per aprire un centro Yoga è anche possibile rifarsi all’apertura di un’associazione sportiva dilettantistica che presenta diversi vantaggi, anche fiscali, rispetto alle altre formule.

Per il nostro centro Yoga dovremo assumere un insegnante esperto di tale disciplina. Sono tante le discipline combinate allo Yoga, come ad esempio l’antigravity yoga, lo yogalates ed il poweryoga. Per questo motivo è importante studiare a fondo il format che vogliamo proporre prima di procedere alla parte pratica.

Scelta della location e investimento per aprire un centro Yoga

Per la location il locale dovrà essere almeno di 50 metri quadrati che consentirà di ospitare un’utenza minima di 10 partecipanti. Ovviamente, più sarà grande il nostro locale, maggiore sarà l’utenza alla quale sarà possibile arrivare. Il consiglio è di scegliere per una location piuttosto centrale, magari situata in quartieri piuttosto agiati della città, in modo da attirare quanti più potenziali clienti per la nostra nuova attività.

Dal punto di vista dell’investimento iniziale, sarà necessario allestire una sala per le lezioni con pavimento in parquet di legno. Non possono mancare le attrezzature ed i tappetini per l’attività. Gli arredi possono essere davvero minimali, ma occhio ai bagni ed agli spogliatoi.

Considerando le diverse spese, possiamo dire che per aprire un centro yoga di medie dimensioni potrà essere utile avere a disposizione un budget di 60/70mila euro.

Chiedi una consulenza gratuita

Se anche tu sei appassionato di Yoga e vuoi aprire il tuo nuovo centro Yoga, chiedi una consulenza gratuita a Contributi PMI. I nostri consulenti sono a tua completa disposizione e verificheranno la possibilità di accedere a finanziamenti a fondo perduto.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento