Top
Home » Aprire un'Attività » Aprire un negozio di pellet
Aprire un negozio di pellet

Aprire un negozio di pellet

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un netto cambiamento nel campo dei sistemi di riscaldamento. In molti, infatti, hanno abbandonato i tradizionali camini per passare alle moderne stufe a pellet. Si tratta di sistemi capaci di generare calore in maniera costante ed efficace e di assicurare un certo risparmio economico abbinato ad un maggior rispetto dell’ambiente.

Basti pensare che in Italia, al momento, si stimano circa 1.700.000 stufe a pellet con un fatturato di diversi milioni di euro sia per quanto riguarda la vendita delle stufe che dello stesso pellet.

Il pellet, dunque, è il vero protagonista degli ultimi anni per quanto riguarda i sistemi di riscaldamento domestico. Il pellet, inoltre, è stato messo al centro delle attenzioni di tanti investitori pronti a sfruttarne le potenzialità dal punto di vista economico. Sono sempre più, infatti, i potenziali investitori che cercano informazioni su come aprire un negozio di pellet.

La location ideale per aprire un negozio di pellet

Come accade per qualsiasi genere di attività, anche in questo caso è molto importante partire dalla scelta della location. Questa, infatti, risulta essere fondamentale ai fini del successo della nostra attività. Data l’importanza occorre cercare un locale che sia ben posizionato, magari in prossimità di un quartiere con alta densità abitativa.

È inoltre importante verificare se nelle vicinanze ci sono altre attività riguardanti la vendita del pellet per non andare a creare una concorrenza che può essere negativa per la nostra attività.

Per quanto riguarda le dimensioni del locale, occorre che questo sia abbastanza grande, soprattutto dal punto di vista del deposito visto che la maggior parte del materiale che andremo a vendere verrà messo proprio “dietro le quinte”.

Quindi prestiamo attenzione alle dimensioni del deposito ed a quelle del parcheggio, visto che i nostri clienti dovranno avere il tempo materiale di caricare il pellet che acquisteranno presso il nostro nuovo negozio. Inoltre è possibile acquistare appositi macchinari che servono a produrre del pellet.

Ovviamente parliamo di macchinari di piccole dimensioni che però possono risultare molto utili per produrre una modesta quantità di cilindri e dare quindi uno slancio in più alla nostra nuova attività.

Come aprire un negozio di pellet: investimento e iter

Dal punto di vista economico, aprire un negozio di pellet può essere abbastanza impegnativo. Non tanto per quanto riguarda l’arredamento del negozio, che può essere minimale, quanto per la varietà e la quantità di materiale da avere a disposizione. Non bisogna poi dimenticare della parte delle spese legate alle utenze, alle pratiche burocratiche ed alle spese per l’acquisto del materiale iniziale.

Si può calcolare, dunque, un investimento economico iniziale che parte da 50mila euro per un negozio di piccole dimensioni, e che può essere molto più impegnativo se lo spazio a disposizione è maggiore.

Dal punto di vista burocratico occorre seguire l’iter classico per l’apertura di un nuovo negozio. Il primo passo, dunque, sarà legato all’apertura di una partita iva ed alla registrazione dell’attività presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio.

Per i nostri dipendenti, poi, occorre registrare le posizioni contributive presso INPS e INAIL e dal punto di vista dell’agibilità bisogna rifarsi all’ASL che dovrà rilasciare tutti i vari permessi.

Chiedi una consulenza gratuita

Se sei interessato ad aprire un negozio di pellet puoi chiedere una consulenza aziendale gratuita a Contributi PMI. I nostri esperti saranno in grado di rispondere a tutte le tue domande ed, inoltre, verificheranno la possibilità di accedere a finanziamenti a fondo perduto che potranno essere fondamentali per dare vita alla tua nuova attività.

Cosa aspetti? Contattaci subito.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento