Top
Home » Aprire un Negozio » Aprire una scuola di danza: requisiti necessari
Come aprire una scuola di danza

Aprire una scuola di danza: requisiti necessari

Le scuole di danza hanno avuto una forte esplosione nel corso degli ultimi anni sia tra i giovani che tra i meno giovani, complice la maggior propensione delle persone a dedicare una parte del proprio tempo libero a questo genere di attività ricreative.

Latino americano, liscio e danza classica, tre diversi modi di fare attività fisica, passatempo, ma anche modi per stare in compagnia divertendosi e conoscere nuove persone.

Proprio per questo e per la crescita del numero dei frequentatori, aprire una scuola di danza rappresenta un’ottima idea per dare libero sfogo ad un proprio sogno o passione e al contempo garantirsi un’attività indipendente in grado di generare dei guadagni.

La scuola di danza, quali requisiti e competenze avere

Prima di inquadrare i requisiti e le competenze necessarie all’apertura di una scuola di danza, va individuata la tipologia di attività che intendete mettere a disposizione della clientela. Individuata quest’ultima, dovrete porre l’accento sul fatto che la differenza viene fatta dalle competenze tecniche e di carattere gestionale, caratteristiche che permetteranno di mettere in risalto la vostra attività in mezzo ad una agguerrita concorrenza.

Un fattore di scelta molto importante per lo startup della vostra attività è quello relativo alla scelta della zona in cui viene insediata la scuola. Dovrete cercare un territorio in cui vi sia la presenza di molti giovani e persone residenti e che sia facilmente raggiungibile anche coi mezzi pubblici.

E’ bene mantenersi alla larga dalle zone che vengono considerate sature, ovvero dove è già presente la concorrenza con un’attività simile, a meno che voi non proponiate un servizio innovativo e differente da quello proposto dagli altri.

Scelta la zona andrà individuato un locale adatto a svolgere questo genere di attività, le sale dovranno essere abbastanza ampie in modo da contenere un numero adeguato di partecipanti ai corsi, dovrete inoltre avere a disposizione una parte dedicata agli spogliatoi con bagni e docce.

Dal punto di vista edilizio, il locale dovrà essere dotato di finestre o sistemi in grado di garantire un ottimale riciclo dell’aria e di un impianto di climatizzazione e riscaldamento.

Una delle figure più importanti all’interno delle scuole di danza è quella relativa al direttore artistico, che può essere rappresentata dal titolare, nel caso abbia le giuste esperienze e competenze, oppure arruolando una figura esterna che abbia tale competenze e caratteristiche.

Aprire una scuola di danza, la burocrazia necessaria

Le incombenze burocratiche legate all’apertura di una scuola danza riguardano principalmente i locali utilizzati per lo svolgimento della propria attività.

Questi ultimi dovranno essere acquistati o affittati, verificando se gli stessi risultano a norma per quanto attiene le indicazioni di legge a carattere edilizio, inoltre dovrete essere in possesso delle abilitazioni di ATS per l’aspetto sanitario e del Comando Vigili del Fuoco per la parte antincendio e sicurezza.

L’attività, essendo gestita attraverso una società, necessita dell’apertura di nuova partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate e dell’iscrizione presso il registro delle imprese della Camera di Commercio competente per luogo.

Sotto il profilo giuridico, l’apertura di una nuova scuola di danza non viene inquadrato in un profilo di natura ben preciso. Questo vuol dire che il titolare avrà a disposizione un ventaglio di scelta in termini di alternative.

Proprio per questo è bene rivolgersi a un commercialista esperto in modo da comprendere quale sia la migliore alternativa da seguire.

I costi per aprire una scuola di danza

L’apertura di una scuola di danza non comporta delle ingenti spese, la voce più importante è rappresentata dal locale che dovrete avere a disposizione.

L’affitto o addirittura l’acquisto comportano delle spese iniziali che andranno ammortizzate con il tempo, e la messa a norma e sicurezza dei locali e la loro predisposizione per l’effettuazione dei corsi potrebbe aggiungere un altro capitolo di spesa al bilancio aziendale.

Proseguendo nei corsi dovrete sostenere delle spese relative alla promozione e marketing, al fine di far conoscere le vostre attività e attirare gente, anche attraverso la predisposizione di un sito internet dedicato.

Discorso importante è quello relativo al personale e al direttore artistico, una figura, quest’ultima, che risulta decisamente costosa in termini contributivi, ma che può essere anche assolta direttamente dal proprietario nel caso abbia le dovute competenze ed esperienza.

Per un locale in affitto, l’avvio dell’attività potrebbe comportare un esborso iniziale di circa 10 o 20 mila euro, cifra che tende a crescere in base al numero di personale impiegato, alla grandezza della scuola e nel caso in cui il locale venga acquistato.

Come aprire una scuola di danza: consulenza gratuita

Aprire una nuova attività imprenditoriale comporta un gran dispendio non solo economico, ma anche di tempo e una preparazione per quello che riguarda requisiti e burocrazia da soddisfare.

Se volete farvi aiutare da uno staff di professionisti competenti ed esperti nel campo della finanza commercio e in generale nell’avvio di nuove realtà produttive, contattateci per una consulenza gratuita che vi seguirà passo a passo anche per ottenere un finanziamento a fondo perduto.

Share
Nessun commento

Lascia un commento