Top
Home » Finanziamenti » Bando e-commerce della CCIAA di Bergamo: contributi per il commercio elettronico
Bando ecommerce

Bando e-commerce della CCIAA di Bergamo: contributi per il commercio elettronico

Quello degli e-commerce è una realtà ormai sempre più affermata sul territorio nazionale e nel resto del mondo. Per questo motivo la Camera di Commercio di Bergamo, in accordo con la Regione Lombardia, ha emanato il bando e-commerce 2020 che mira allo sviluppo economico e alla competitività del sistema lombardo.

Bando e-commerce 2020: cos’è e agevolazioni previste

La misura, più nello specifico, è finalizzata al sostegno delle micro, piccole e medie imprese che intendono sviluppare e consolidare la propria posizione grazie all’utilizzo dell’e-commerce. Il tutto, ovviamente, incentivando l’accesso alle piattaforme internazionali ed ai vari sistemi e-commerce.

L’iniziativa della CCIAA di Bergamo, in accordo con la Regione Lombardia, realizzata nell’ambito dell’Accordo per lo sviluppo e la competitività delle aziende lombarde, si realizza in un contributo a fondo perduto del 70% delle spese ammissibili, con un tetto massimo di 10mila euro. Ogni impresa del territorio può presentare un’unica domanda che deve comportare un investimento minimo di 4mila euro.

La dotazione da parte della CCIAA di Bergamo è di 2.618.000 euro, di cui 1.810.000 a carico della Direzione Generale Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione di Regione Lombardia. La restante parte, ossia 808.000 euro, è a carico delle Camere di Commercio.

La ripartizione territoriale è la seguente: Bergamo 90mila euro, Brescia 90mila euro, Como e Lecco 74mila euro, Cremona e Mantova 31mila euro, Milano, Monza e Brianza e Lodi 330 mila euro, Pavia 100 mila euro, Sondrio 12mila euro, Varese 50mila euro. Il contributo ammesso sarà erogato alle imprese sulla base della rendicontazione delle spese sostenute.

Spese ammissibili e come partecipare al bando e-commerce 2020

Queste le spese ammissibili dal bando e-commerce della CCIAA di Bergamo: le spese per accesso ai servizi di vendita online sui canali scelti; spese riguardanti analisi di fattibilità del progetto; le spese per l’organizzazione di interventi specifici di formazione del personale; le spese per l’acquisto e dell’utilizzo di forme di smart payment; le spese per la realizzazione di una strategia di marketing; le spese per la progettazione, per lo sviluppo e la manutenzione dei sistemi e-commerce; le spese per il posizionamento dell’offerta sui canali digitali scelti; le spese per l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento; le spese per la registrazione dei marchi.

Il bando della CCIAA di Bergamo è aperto alle aziende lombarde che hanno già individuato i prodotti da proporre online ai propri clienti per la vendita online. Per partecipare le aziende dovranno presentare progetti che spieghino il progetto di apertura e di consolidamento di un canale di commercio online che sia utile ad ampliare il proprio business ed a favorire l’esportazione dei propri prodotti tramite l’accesso a servizi specializzati per la vendita online.

La domanda di partecipazione deve essere presentata a partire dalle ore 10:00 del 25 giugno attraverso modalità telematica. Allo stesso tempo sul sito di riferimento è scaricabile il bando e tutta la relativa modulistica.

Consulenza Gratuita

Se vuoi avere ulteriori informazioni circa il bando e-commerce della CCIAA di Bergamo chiedi una consulenza completamente gratuita a Contributi PMI. I nostri consulenti sapranno rispondere a tutte le domande e vi aiuteranno lungo tutto il percorso della presentazione della domanda per la partecipazione al bando e-commerce della CCIAA di Bergamo.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento