Top
Home » Finanziamenti » Bando impresa sicura per il rimborso dei DPI
Bando Impresa Sicura

Bando impresa sicura per il rimborso dei DPI

Il Governo del premier Conte, attraverso Invitalia, ha dato vita al bando impresa Sicura che mira a sostenere le realtà imprenditoriali lungo i vari processi produttivi.

Cos’è il bando Impresa Sicura

Il bando permette di ottenere il rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale che si sono resi indispensabili in questo periodo di emergenza, al fine di contenere e contrastare la diffusione del Covid-19.

Secondo il decreto ministeriale emanato lo scorso 26 aprile dal Premier Giuseppe Conte, infatti, nella fase due le aziende sono tenute a dotare i propri dipendenti di tutti i dispositivi di protezione individuale per evitare il contagio da Coronavirus.

Dispositivi come mascherine, camici, guanti e visiere, ma anche tute monouso e occhiali. Insomma, tutti quegli strumenti che garantiscono la sicurezza dei lavoratori in questo periodo di emergenza sanitaria.

Per le aziende si tratta di una spesa molto importante e tante realtà potrebbero far fatica a far fronte a questo ennesimo impegno economico. Per questo motivo è stato emanato il nuovo bando impresa sicura che favorisce la ripresa del mondo del lavoro sul territorio nazionale, in totale sicurezza. Il fondo Impresa Sicura ha una dotazione finanziaria di 50 milioni di euro ed è stato realizzato per coprire fino al 100% delle spese sostenute per la sicurezza dei propri dipendenti.

Il bando è stato realizzato in modo da ottenere un rimborso massimo di 500 euro per ogni addetto, con un tetto massimo per le aziende fissato a 150 mila euro.

Le spese rimborsabili dal bando Impresa Sicura devono essere state sostenute a partire dal 17 marzo 2020 fino alla data di presentazione della domanda. Queste devono essere corredate di fattura con pagamenti intestati all’impresa richiedente.

Bando Impresa Sicura: come fare domanda

Le imprese italiane potranno partecipare al bando Impresa Sicura a partire dall’11 maggio e fino al 18 maggio 2020, data ultima per la presentazione della domanda. Una volta recepite le richieste, l’Agenzia Nazionale provvederà a pubblicare l’elenco delle imprese ammesse al bando.

Il criterio di valutazione scelto per la partecipazione al bando è quello cronologico, dunque i contributi saranno assegnati alle attività che avranno completato il processo di prenotazione prima dell’esaurimento delle risorse disponibili. Tutti i rimborsi verranno effettuati entro il mese di giugno 2020.

Per partecipare al Bando Impresa Sicura occorre presentare domanda presso il sito di Invitalia dove occorre seguire tutte le indicazioni da parte della piattaforma di prenotazioni. Gli importi concessi dal bando hanno forma di contributo a fondo perduto.

Le imprese che avranno accesso al Bando impresa Sicura potranno presentare la domanda per il rimborso delle spese ammesse dalle ore 10:00 del 26 maggio 2020, fino alle ore 17:00 del prossimo 11 giugno 2020.

Chi può partecipare al bando Impresa Sicura

Al bando Impresa Sicura possono partecipare tutte le aziende che risultano regolarmente costituite e risultano attive nel registro delle imprese. Tutto ciò a prescindere dalla dimensione, forma giuridica e dal settore economico di appartenenza. Per aver accesso al bando le aziende devono avere la sede principale in Italia.

Devono, inoltre, risultare nel pieno esercizio dei propri diritti. Non possono accedere le aziende che vertono in una situazione di liquidazione volontaria o che sono sottoposte a procedure di liquidazione.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento