Top
Home » Finanziamenti » Bando Inail per il 2018: requisiti e agevolazioni per le imprese
Nuova Legge Sabatini

Bando Inail per il 2018: requisiti e agevolazioni per le imprese

L’Inail, l’Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro, ha pubblicato un bando per finanziamenti a fondo perduto alle imprese. Parliamo del bando Isi Inail pubblicato nella Gazzetta Ufficiale lo scorso 21 dicembre 2017, che avrà i suoi frutti nell’anno appena cominciato, il 2018.

L’Inail è l’Ente pubblico che gestisce l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. Gli obiettivi dell’Inail sono quelli di ridurre gli infortuni sul lavoro, assicurare i lavoratori “a rischio” (ma non solo) e fare ricerca in materia di prevenzione e sicurezza.

In questo senso va letto il bando Isi approvato lo scorso dicembre e valido per l’anno in corso: scopriamo dunque tutti i dettagli di questa misura.

Bando Isi Inail: quali sono gli obiettivi e a chi si rivolge

Gli obiettivi del bando riguardano salute e sicurezza sul lavoro, nello specifico:

  • Il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di salute dei lavoratori
  • La riduzione delle emissioni inquinanti di macchinari e attrezzi
  • La riduzione dell’inquinamento acustico
  • La sostenibilità delle micro e piccole imprese

Entrando ancor più nel dettaglio, sono cinque i cosiddetti “assi di finanziamento”, cioè gli ambiti di intervento finanziabili dalla misura:

  • il primo asse riguarda progetti per l’adozione di modelli organizzativi sostenibili e di responsabilità sociale: l’Inail ha destinato a questo asse 100 milioni di euro
  • il secondo asse è legato al rischio alla riduzione del rischio da “movimentazione manuale dei carichi”: a disposizione circa 44 milioni di euro
  • Il terzo asse è relativo invece alle operazioni di bonifica dell’amianto: fondi complessivi, 60 milioni di euro
  • il quarto asse riguarda progetti per micro e piccole imprese che operano nei settori del legno e della ceramica, per un totale di 10 milioni di euro
  • infine, il quinto asse riguarda le micro e piccole imprese che hanno attività legate alla produzione agricola primaria (45 milioni di euro totali)

In totale, per il bando Isi l’Inail ha stanziato oltre 249 milioni di euro a fondo perduto.
L’Inail assegna i finanziamenti fino a esaurimento delle risorse finanziarie, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

Il contributo, erogato in “conto capitale” (cioè senza alcun vincolo di restituzione), varia in base all’asse di finanziamento. Nell’avviso pubblico Isi 2017 l’ente ha specificato i parametri e gli importi minimi e massimi finanziabili.

Chi può partecipare al bando Isi Inail 2018

Possono partecipare al bando e accedere al finanziamento le imprese (anche individuali) iscritte alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura e, per quanto riguarda il secondo asse di finanziamento, quello relativo al rischio di movimentazione del carico, anche gli enti del terzo settore (organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese sociali, etc.).

Per partecipare, occorre che la propria impresa rientri in uno dei cinque “assi di finanziamento”.

Il bando Isi è aperto alle imprese di tutto il territorio nazionale.

Bando Isi Inail per l’agricoltura: i fondi disponibili

Il bando Isi Inail per il 2018 contiene uno specifico finanziamento per le imprese del settore agricolo. Si tratta di una novità di questo bando.

Sono ben 45 i milioni stanziati per il settore, di cui 40 per le imprese agricole in generale e 5 destinati ai giovani agricoltori (anche organizzati in forma di società).

Alla base c’è la volontà di ridare linfa al settore agricolo e promuovere la nascita di nuove imprese sul territorio, con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale, alla riduzione di emissioni e rumorosità dei macchinari e, infine, all’eventuale “riconversione” della produzione agricola.

Quali sono le finalità del bando Isi Inail per il 2018

Come già detto, i progetti interessati dal bando Isi Inail sono quelli che hanno l’obiettivo di migliorare le condizioni dei lavoratori di vari ambiti dal punto di vista della salute e sicurezza.

Più specificamente, oltre al miglioramento delle condizioni di sicurezza dei lavoratori, il bando ha l’obiettivo di incentivare l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro, in particolare macchinari e strumenti innovativi con lo scopo di:

  • ridurre le emissioni inquinanti,
  • abbattere i costi di produzione,
  • ottimizzare il rendimento e la produttività

Come saranno erogati i finanziamenti

I finanziamenti copriranno il 65% dei costi ammissibili del progetto, per un massimo di 130mila euro a impresa.

Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda per un solo asse di finanziamento e per un solo tipo di progetto.

Prima di erogare le agevolazioni, l’ente farà una verifica tecnico amministrativa per capire se il progetto è finanziabile.

Come fare domanda per il bando Isi Inail

Il bando prevede tre fasi per l’accettazione della richiesta di finanziamento.

  • la prima fase, che va dal 19 aprile al 31 maggio 2018, prevede l’accesso alla sito INAIL, la compilazione della domanda e l’assegnazione del codice di ammissione
  • la seconda fase, denominata click day, prevede l’invio effettivo della domanda: i tempi sono ancora da definire
  • la terza fase, infine, prevede l’invio della documentazione necessaria per l’accettazione della domanda

Le domande ammissibili sono saranno selezionate secondo l’ordine cronologico di presentazione e saranno finanziate e finanziamenti fino all’esaurimento del fondo.

Come ottenere il codice identificativo

Le imprese che possiedono i requisiti indicati dal bando, e che hanno provveduto a redigere e salvare la domanda, possono successivamente scaricare dal portale Inail il codice identificativo, necessario per distinguere univocamente ogni azienda richiedente.

A questo punto, dopo l’ottenimento del codice, sarà possibile inviare la domanda di ammissione al contributo a fondo perduto tramite lo sportello informatico Inail, i cui orari di apertura sono indicati sul sito.

La procedura consiste nell’inoltro di una copia della domanda in formato digitale generata dal portale Inail, unita a tutta la documentazione necessaria secondo quanto indicato nell’avviso pubblicato dalla Regione di riferimento e relativo al progetto presentato per il finanziamento. Il periodo utile ad inviare i documenti è di 30 giorni dalla data di perfezionamento della domanda.

Perché partecipare al bando Isi Inail

Con il bando Isi, l’inail ha stanziato fondi per quasi 250 milioni di euro a favore delle imprese di diversi settori, compresi gli enti del terzo settore.

Il bando si concentra sì su aspetti come salute e stato di sicurezza dei lavoratori, ma amplia il proprio target anche a tutte quelle imprese, agricole ma non solo, che vogliono rinnovarsi dal punto di vista tecnologico e migliorare rendimento e produttività.

Se hai un’impresa agricola, oppure vuoi avviare un’impresa “giovane” e hai i requisiti richiesti dal bando, l’Inail mette a disposizione un finanziamento a fondo perduto per te.

Innovare significa anche risparmiare: per questo fare domanda per avere accesso ai finanziamenti del bando Isi è un’occasione da non perdere.

Se pensi di poter partecipare al bando Isi perché rientri in uno 5 assi di finanziamento, contattaci ora: ti seguiremo passo passo in tutte le fasi di partecipazione al bando e ti aiuteremo ad avere il finanziamento per la tua impresa.

 

Share
Nessun commento

Lascia un commento