Top
Home » Aprire in Franchising » Caffè Pascucci Franchising: guida per aprire una caffetteria Pascucci
Franchising Caffè Pascucci

Caffè Pascucci Franchising: guida per aprire una caffetteria Pascucci

Il caffè è senza alcun dubbio una delle passioni che accomuna milioni di italiani. E su questa passione la famiglia Pascucci ha gettato le basi per il proprio business, conosciuto ormai in tutto il mondo. Caffè Pascucci, infatti, è un marchio che conta circa 650 coffee shop nel mondo, di cui solo 40 in Italia (10 a gestione diretta), 50 negli Stati Uniti d’America ed in gran parte in Asia.

Un successo clamoroso, dunque, dovuto alla qualità del caffè. Nei Pascucci Shop, infatti, vengono serviti solo prodotti derivati da miscele certificate Bio. La carta dei caffè è molto ampia, studiata e realizzata per soddisfare ogni palato. Si va dal caffè moka all’espresso, dall’hot Mocha all’espresso con la crema Confuso, passando per il cappuccino all’originale Paspuccio.

La storia di Caffè Pascucci

La storia di questo successo internazionale nasce nel 1883 grazie ad Antonio Pascucci. Figlio di tessitori, Antonio decide di dedicarsi al commercio alimentare, spinto dall’accordo tra Italia ed Inghilterra che sancisce la libertà di commercio e di navigazione tra i due paesi.

Nel 1935 nasce la prima bottega di famiglia, a Monte Cerignone, grazie a Mario Pascucci, mentre nel dopoguerra Dino Pascucci apre il primo caffè, sempre a Monte Cerignone, installando anche la prima macchina per il caffè espresso. Da allora la strada verso il successo è stata lunga, ma meritata.

Come aprire Caffè Pascucci in Franchising: iter e investimenti

Un successo, quello dei Caffè Pascucci, che non è passato inosservato al mondo dell’imprenditoria. Sono tanti gli imprenditori pronti ad investire su questo marchio, in ogni angolo del mondo.

In Italia l’iter per l’apertura di un Caffè Pascucci è uguale a quello di qualsiasi altra attività. Innanzitutto bisogna aprire una Partita Iva presso l’Agenzia delle Entrate. Una volta effettuata questa prima operazione bisognerà iscrivere la propria attività al Registro delle Imprese della Camera di Commercio. In merito al Comune di appartenenza, poi, bisognerà farsi rilasciare la SCIA e ricevere tutti i permessi necessari dall’ASL per aprire al pubblico. Ovviamente non deve mancare la comunicazione di apertura delle posizioni contributive presso l’INPS e l’INAIL.

Per aprire un caffè Pascucci bisogna sostenere una fee d’ingresso con la casa madre, così come una cifra per la spesa dell’attrezzatura, dei materiali e dei servizi che la Pascucci mette a disposizione. Inoltre alla nuova apertura è richiesta una royalty annuale per l’uso del marchio e per garantire i servizi e i materiali aggiornati necessari alla regolare gestione del Caffè Pascucci.

Inoltre l’azienda mette a disposizione dei corsi di formazione dedicati ai nuovi investitori. Questi si tengono presso la Torrefazione Pascucci nelle date prefissate dai vari trainer. Molto importante, inoltre, è la scelta strategica della location dove aprire un nuovo Caffè Pascucci, soprattutto in funzione del target di clienti che si intende intercettare.

L’immobile deve essere ubicato in una zona altamente frequentata, magari in un centro storico di una grande città, o magari in posti strategici come aeroporti, stazioni e centri commerciali. Affidandosi a Pascucci si avrà la certezza di avere poi un locale raffinato ed elegante, oltre ad offrire prodotti di qualità e sostenibili.

Richiedi una consulenza gratuita

Il successo del marchio Pascucci spinge molti investitori a chiedere informazioni circa la possibilità di aprire un nuovo punto vendita. Questo perché si tratta di un’ottima opportunità per la propria carriera imprenditoriale. Opportunità, questa, che può essere colta anche grazie alla consulenza gratuita dei nostri esperti.

Contributi PMI, infatti, ti affiancherà sia nell’avvio della procedura sia nel momento di verificare la possibilità di avere accesso a finanziamenti a fondo perduto. Un motivo in più per credere in questa nuova avventura imprenditoriale.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento