Top
Home » Fare Impresa » Certificazione Haccp: costo, validità e normativa
Certificazione Haccp

Certificazione Haccp: costo, validità e normativa

Una delle certificazioni richieste del settore alimentare è l’attestato Haccp.

Questa certificazione è necessaria per attestare il rispetto delle regole igieniche e di sicurezza alimentari e riguarda molteplici operatori, dagli agricoltori ai pasticceri, dai baristi ai ristoratori, dai cuochi agli operai dell’industria alimentare, fino a categorie come i farmacisti.

L’attestato Haccp, nato inizialmente per garantire la sicurezza degli alimenti nella Nasa, è stata poi adottata in tanti altri paesi.

Avere l’attestato Haccp significa essere in possesso delle conoscenze necessarie a proposito delle norme igieniche di sicurezza degli alimenti; per ottenerlo, è necessario seguire un corso apposito che dà basi di microbiologi,a di conservazione degli alimenti e di igienizzazioni delle strutture e delle attrezzature.

Senza l’attestato Haccp non è permesso lavorare nell’industria alimentare.

Entriamo nel dettaglio e scopriamo cos’è, quali sono i costi e come fare per ottenerlo.

Cos’è l’attestato Haccp e chi deve esserne in possesso

L’Haccp è una certificazione che riguarda l’igiene e la sicurezza del settore alimentare. Il sistema Haccp valuta i rischi di natura chimica, biologica e fisica che possono compromettere la conservazione e la salubrità degli alimenti.

L’acronimo Haccp sta per Hazard Analysis Critical Control Points. 

L’attestato Haccp è solo una parte di quella che possiamo considerare una disciplina; è presente infatti anche un manuale, indispensabile, che va conservato sul luogo di lavoro. A fornirlo deve essere il titolare dell’impresa.

Il manuale contiene notizie relative alle attrezzature, ai processi di produzione e alle norme di sicurezza e di manutenzione degli alimenti.

L’attestato è una certificazione obbligatoria per ogni lavoratore del settore alimentare; è ciò che dimostra la conoscenza delle nozioni fondamentali del manuale.

Più nello specifico, il decreto legislativo 155/97, al capitolo x, dice che “gli operatori alimentari devono assicurare che gli addetti siano controllati e abbiano ricevuto un addestramento e/o una formazione in materia di igiene alimentare in relazione al tipo di attività”.

Chi ricopre un ruolo di responsabilità deve conoscere tutti i punti critici delle varie attività, e applicare e aggiornare le procedure di sicurezza. Al contrario, chi lavora nel settore alimentare, ma non ha manipola alimenti, può avere conoscenze meno approfondite ma deve comunque essere in possesso dell’attestato.

Per comprendere in modo corretto chi è obbligato ad avere il certificato, dobbiamo prendere in riferimento la Direttiva Europea 2005/36/CE, recepita dallo Stato Italiano col decreto legislativo 206 del 2007, che appunto conferma che tutti gli operatori del settore alimentare devono conoscere le norme e certificate dall’attestato.

Tuttavia, ci sono alcune categorie di lavoratori che possono lavorare nel settore alimentare senza essere in possesso del certificato, ossi:

  • I laureati in settori tecnico-scientifici
  • I diplomati negli istituti alberghieri

Come ottenere l’attestato Haccp

Per ottenere l’attestato Haccp è necessario frequentare un corso di formazione riconosciuto dal Regolamento Europeo 852/04 e 178/02.

I corsi possono essere di due tipi: in aula e online.

I corsi in aula vengono organizzati dalla Asl o delle associazioni di categoria che si occupano di igiene alimentare. Solitamente  i corsi in aula richiedono un certo tipo di investimento in termini di tempo.

Da qualche tempo è possibile conseguire l’attestato anche online, attraverso corsi appositi in modalità di formazione a distanza. I corsi devono essere riconosciuti per legge; detto questo, i corsi online sono validi quanto i corsi in aula e solitamente hanno un costo ridotto e una flessibilità tale da permettere di regolarsi con lo studio in base alla propria disponibilità di tempo.

In media, i costi per ottenere l’attestato vanno dai 20 ai 50 euro; il costo può cambiare a seconda che sia destinato al responsabile dell’industria alimentare, agli addetti che manipolano gli alimenti o agli addetti che non manipolano alimenti.
Il costo è solitamente a carico dei corsisti, a meno che non sia l’azienda per cui si lavora a pagare i

Quanto dura un attestato Haccp

In linea di massima, il certificato ha una durata di due anni. Al termine del biennio, il corso dev’essere ripetuto (si tratta di un corso di aggiornamento).
La normativa, in ogni caso, cambia da regione a regione; è bene informarsi sulle direttive regionali in materia e accertarsi della scadenza del certificato per tempo.

Certificazione Haccp: indispensabile per chi lavora con gli alimenti

Chi ha un bar, un ristorante o lavora nel settore dell’industria alimentare è obbligato ad avere la certificazione Haccp. Per ottenerlo, basta seguire un corso apposito: senza il certificato e il manuale, è vietata qualsiasi manipolazione di alimenti.

Se vuoi dare vita a un’attività nel settore alimentare oppure hai bisogno di rinnovare il tuo attestato, contattaci subito: ti daremo tutte le informazioni necessarie sui corsi Haccp in aula e online.

Share
Nessun commento

Lascia un commento