Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un autolavaggio: iter e costi
Aprire un autolavaggio

Come aprire un autolavaggio: iter e costi

Mantenere in buona igiene e cura esteriore la propria vettura è una prassi che è seguita più o meno frequentemente da tutti quelli che possiedono un veicolo.

Proprio per questo motivo aprire un autolavaggio è considerato un business che può portare a ottimi guadagni, in grado di garantire un importante riscontro economico a fronte di un investimento iniziale non eccessivo.

E’ importante, quando s’intende avviare un’attività di questo genere, valutare bene ogni dettaglio pre-apertura, come l’individuazione della zona in cui ubicare l’attività.

E’ fondamentale scegliere una zona facilmente accessibile, che abbia un buon bacino di utenza nelle immediate vicinanze e che non sia già satura di attività concorrenti. L’ideale è scegliere un luogo che sia vicino a centri commerciali, oppure ubicato sulle strade di maggiore traffico o nelle vicinanze di un distributore di benzina, dove si concentra un traffico di automobilisti giornaliero rilevante.

Sarà poi importante diversificarsi rispetto alla concorrenza sulla base dei servizi offerti, al fine di attirare clientela che già usufruiva di altri servizi presenti nel territorio.

L’iter burocratico per aprire un autolavaggio

Come per ogni genere di attività indipendente, l’imprenditore che intende avviare un autolavaggio dovrà avere raggiunto la maggiore età, non avere in corso condanne o aver subito sentenze o fallimenti.

E’ necessaria l’apertura di una partita IVA che va ottenuta presso l’Agenzia delle Entrate, mentre dovrà essere fatta anche apposita iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio.

Trattandosi di un’attività che deve ottenere permessi concernenti le tematiche ambientali (utilizzo dell’acqua e scarico della stessa), l’attività di autolavaggio è soggetta all’ottenimento dell’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.), domanda che dovrà essere presentata alla Provincia attraverso lo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di appartenenza.

Prima di esercire l’attività dovrà essere ottenuta tale autorizzazione, che tiene conto di tutte le indicazioni e prescrizioni riguardanti la gestione delle acque, emissioni sonore ed eventuali altri titoli che si riferiscono alla parte V del Dlgs 152/2006.

Per quanto riguarda la sicurezza antincendio, dovrà essere ottenuto anche il relativo nulla osta sulla sicurezza antincendio da parte del Comando Vigili del fuoco provinciale, presentando idonea pratica per l’ottenimento dello stesso.

Aprire un autolavaggio: la tipologia, le attrezzature e i costi di apertura

Le soluzioni di autolavaggio prevedono la realizzazione di un’attività tradizionale, oppure con servizio fai da te, in cui sarà il cliente a occuparsi di tutte le procedure di lavaggio, asciugatura e aspirazione del veicolo.

Nel caso di autolavaggio fai da te dovrete avere a disposizione una superficie maggiore, in grado di ospitare 4-5 cabine di lavaggio, uno spazio per l’asciugatura e aspira tura. Nel caso di autolavaggio tradizionale è sufficiente un unico impianto più un’area dedicata alla pulizia degli interni e per l’asciugatura finale.

Come si può intendere da quanto sopra riportato, i costi di apertura di un autolavaggio sono variabili in base alla tipologia d’impianto che intendete avviare.

Indicativamente una piccola struttura fai da te ha un costo di circa 15-20 mila euro, ai quali va aggiunto l’affitto dell’area o l’acquisto del terreno, ma il costo più impegnativo, quasi 50 mila euro, è necessario per l’adeguamento dell’impianto idraulico e lo smaltimento delle acque.

In caso di struttura per il lavaggio a mano, i costi saranno inferiori, bastano poche migliaia di euro per l’avvio della struttura, ma dovete tener conto che tale attività necessità di personale fisso presente in loco, che genera un innalzamento dei costi fissi mensili per la gestione dello stesso.

La parte rilevante dei costi riguarda quelli per l’acqua e l’energia, oltre che la manutenzione degli impianti e l’acquisto dei materiali.

Consulenza Gratuita

Avviare nel modo corretto la propria nuova attività imprenditoriale, sia dal punto di vista burocratico, finanziario, ma anche pubblicitario, è importante per garantire un buon futuro alla propria impresa.

Contattateci per maggiore informazione e per avere un’assistenza immediata da parte di un esperto che saprà raccogliere tutte le vostre necessità ed aiutarvi nella vostra nuova attività lavorativa.

Share
Nessun commento

Lascia un commento