Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un autonoleggio: costi e requisiti necessari
Aprire un autonoleggio

Come aprire un autonoleggio: costi e requisiti necessari

Nelle grosse città, nelle aree in cui i collegamenti con i mezzi di trasporto non sono ottimali e nei luoghi in cui l’attività turistica è florida, una buona idea per avviare un’attività di tipo imprenditoriale è quella di fornire dei servizi di autonoleggio. Attraverso l’acquisizione di un parco mezzi fornito e variegato, che contempla anche furgoni e mini-van, l’attività può diventare un punto di riferimento anche per coloro che per esigenze disparate hanno bisogno di un mezzo a noleggio. Un fattore importante è quello di verificare il genere di clientela che ha bisogno di questo genere di servizi e creare un parco mezzi creato su misura per le loro esigenze, in modo tale da coprire quanti più utilizzi finali possibili: trasporto persone, trasporto oggetti e merci, cerimonie ed eventi particolari.

Noleggio a breve o lungo termine

Come accennato in premessa, per pianificare al meglio le incombenze burocratiche, si deve valutare la scelta dei veicoli da adibire al noleggio, se mettere a disposizione o meno degli autisti, e se l’attività di noleggio è a lungo o breve termine, fattori d’importanza vitale per garantire successo all’idea imprenditoriale. Il noleggio a breve termine è l’attività che offre la possibilità di avere un determinato mezzo a noleggio per un periodo di tempo limitato, che può variare da qualche ora fino a qualche giorno.

L’attività a lungo termine è quella riguardante la messa a disposizione delle flotte aziendali, servizio che si sta diffondendo anche tra i privati e che potrebbe rappresentare il futuro di questo settore.

In questa circostanza il mezzo è messo a disposizione per un periodo prolungato, che arriva a coprire anche diversi anni.

Tutti gli adempimenti burocratici per aprire un autonoleggio

Per aprire una nuova attività imprenditoriale di autonoleggio si devono soddisfare tutti i requisiti dettati dalle normative di settore. Gli adempimenti non sono uno scoglio insormontabile, soprattutto nel caso in cui sia scelta l’attività di noleggio senza conducente, formula che non prevede vincoli o condizioni restrittive.

Per prima cosa deve essere creata un’impresa attraverso l’apertura di una nuova partita Iva e l’iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio in cui l’attività avrà sede. Questa procedura è preclusa a coloro che in passato hanno avuto delle condanne penali o sia stato coinvolto in fallimenti.

Il titolare dell’azienda dovrà essere poi in possesso della patente di guida e dovrà gestire un parco auto, dove custodire i veicoli da noleggiare.

Per esercire l’attività si dovrà trovare anche una sede aziendale, che permetta un piccolo spazio dedicato alla ricezione dei clienti e alla predisposizione delle pratiche di noleggio, e soprattutto individuare un’area in cui vengono parcheggiati i veicoli in attesa di essere consegnati ai clienti. Questi spazi dovranno essere a norma con le relative normative edilizie, sanitarie e di sicurezza degli ambienti.

Aprire un autonoleggio: il parco mezzi e i costi per l’avvio dell’attività

Un servizio di autonoleggio dovrebbe essere in grado di offrire agli utenti una buona quantità di autoveicoli, ma anche una certa varietà, per venire incontro alle molteplici esigenze della clientela. Per l’acquisto dei mezzi il titolare può preferire l’acquisto o il leasing, la prima possibilità richiede un esborso iniziale notevole, che può superare tranquillamente i 200 mila euro, cifra che permetterà di acquistare 10/15 auto.

Se non si possiede tale disponibilità economica è possibile scegliere il leasing, tenendo presente che tale soluzione è economica, ma limitata nel tempo perchè dovrà essere rinnovata con una certa frequenza.

Una terza strada possibile è quella del franchising, l’affiliazione a grandi gruppi di noleggio, quest’opzione permette di non avere un esborso iniziale ma l’attività digestione dell’impresa sarà limitata.

Un aiuto importante per avviare la nuova attività

L’avvio della nuova impresa comporta delle difficoltà importanti da affrontare, per garantire un supporto importante agli imprenditori mettiamo a disposizione uno staff di professionisti per una consulenza totalmente gratuita sulla possibilità di accedere ai finanziamenti a fondo perduto. Penseremo noi a mettervi nelle condizioni migliori per avviare al meglio la vostra nuova esperienza lavorativa, introducendovi nel mondo del lavoro indipendente.

Share
Nessun commento

Lascia un commento