Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un centro estetico
Aprire un centro estetico

Come aprire un centro estetico

L’estetista è una figura che continua a essere ricercata, una professione in crescita che necessita di figure preparate e qualificate. Tra le conoscenze che colui che vuole aprire un centro estetico deve avere non possono mancare la conoscenza delle principali norme sanitarie, un’elevata predisposizione ai rapporti interpersonali e seguire continui corsi di aggiornamento sulle ultime novità riguardanti la professione.

L’apertura di un nuovo centro, nonostante la crisi degli anni scorsi, è una possibilità interessante per coloro che vogliono intraprendere un’attività in proprio, vista anche la sempre maggiore attenzione che al giorno d’oggi le donne, ma anche gli uomini, mettono nella propria cura personale.

Lo stare bene con se stessi e piacersi è diventato fondamentale anche per stare insieme agli altri, un fattore che porta ad aumentare la propria autostima e che va ad influire positivamente in generale sul benessere psico-fisico della persona.

Proprio per questo sempre più persone si rivolgono ai servizi dei centri estetici, e oggi andremo a vedere alcune indicazioni su quali sono i requisiti e le autorizzazioni che sono necessarie per aprire un nuovo centro estetico.

Aprire un centro estetico: requisiti e iter burocratico

A disciplinare il settore dei centri estetici è la Legge n.1 del 4 gennaio 1990, il Decreto Interministeriale  n. 352 del 21 marzo 1994 e quello successivo del 2011, i quali stabiliscono che l’attività esercitata da un estetista comprende tutte le prestazioni e i trattamenti eseguiti sulla superficie del corpo, il cui scopo esclusivo o prevalente è quello di mantenere quest’ultimo in perfette condizioni, migliorandone e proteggendone l’aspetto estetico, modificandolo attraverso l’eliminazione o l’attenuazione degli inestetismi presenti.

Le mansioni possono essere svolte, sempre secondo la normativa, manualmente oppure con l’aiuto di apparecchi elettromedicali per uso estetico, oppure tramite l’applicazione di prodotti cosmetici. La definizione normativa è piuttosto ampia, e comprende:

  • la pulizia e trattamento del viso,
  • i trattamenti estetici del corpo,
  • il massaggio per scopi estetici e del viso,
  • la depilazione,
  • il trucco,
  • la manicure e pedicure estetico.

I requisiti per aprire un centro estetico vengono disciplinati dai regolamenti comunali, i quali contengono anche:

  • la distribuzione a livello territoriale e le superfici minime dei locali necessarie,
  • la programmazione di queste attività a livello territoriale,
  • i criteri sulla base dei quali vengono stabilite le distanze tra gli esercizi,
  • le caratteristiche e la destinazione d’uso dei locali utilizzati,
  • le modalità per il rilascio dell’autorizzazione,
  • i requisiti igienico-sanitari e di sicurezza necessari,
  • la disciplina legata agli orari e il calendario dei giorni di apertura e chiusura,
  • l’obbligo e le modalità con cui le tariffe professionali debbono essere esposte.

Tutti questi aspetti vanno chiariti con il Comune di competenza in cui intendete aprire il vostro centro, inoltre spetterà poi all’ASL territorialmente competente esprimere un parere relativamente agli aspetti legati all’idoneità dei locali.

Ora passiamo ad un altro discorso importante come quello relativo alla qualifica necessaria per l’apertura di un centro estetico. La normativa vigente prevede l’obbligo per ogni centro estetico di esercitare l’attività solo attraverso il possedimento di un regolare diploma di estetica. L’alternativa è quella di assumere qualcuno che abbia tale requisito oppure aprendo un centro in società con un’altra persona fisica che abbia conseguito tale diploma.

Per ottenere la qualifica è necessario frequentare un apposito corso regionale della durata di 2 anni, seguito da una specializzazione di 1 anno oppure da 1 anno di inserimento presso un centro esistente.

In alternativa è possibile optare anche per 3 anni di apprendistato presso un’impresa già avviata, completando tale esperienza con un corso teorico di almeno 300 ore.

Se il centro si configura anche per la medicina estetica, è richiesta la presenza di un presidio medico specializzato nella disciplina relativa alle attività svolte.

Per quello che riguarda l’iter burocratico relativo all’apertura di un nuovo centro estetico, dovrete innanzitutto iscrivervi alla Camera di Commercio del luogo di residenza e aprire la relativa partita IVA. Successivamente dovrete richiedere allo sportello delle Attività Produttive del Comune la licenza di estetista e contestualmente richiedere il nullaosta igienico-sanitario all’ASL della zona di competenza.

Come ultimo andranno aperte le posizioni INPS e INAIL dei titolari dell’impresa e degli eventuali dipendenti.

Quanto costa aprire un centro estetico?

Per quanto riguarda i costi necessari all’apertura di un centro estetico gli stessi risultano dipendere da molte variabili. La dimensione dei locali, il numero e la tipologia dei macchinari impiegati per offrire i vari servizi e il numero di eventuali dipendenti che verranno impiegati nel centro.

L’investimento iniziale prevede quindi una forbice molto ampia a seconda di questi fattori tra una decina di migliaia di euro a qualche centinaia di migliaia.

Diverso è il discorso se il centro viene aperto attraverso un sistema di franchising, opportunità che permette di avere notevoli vantaggi e un importante risparmio sui costi.

Col franchising potrete acquistare prodotti cosmetici o di altro genere a prezzi contenuti, evitare costi di pubblicità e marketing, ed essere inoltre seguiti passo a passo avendo a disposizione un supporto totale per la gestione della nuova attività.

Di contro se deciderete di aprire un centro estetico in franchising dovrete sottostare a alle regole della società madre e sostenere un costo d’ingresso e royalties sui profitti.

Aprire un centro estetico: chiedici come fare

Avviare un nuovo centro estetico richiede un’attenzione particolare per quanto riguarda i requisiti e per le autorizzazioni necessarie.

Se vuoi entrare in questo mondo richiedici una consulenza gratuita, professionisti del settore ti assisteranno durante tutte le fasi, dal disbrigo delle pratiche, all’apertura del locale e ti aiuteremo a realizzare il sogno di avviare la tua nuova attività in proprio.

Share
Nessun commento

Lascia un commento