Top
Home » Aprire un'Attività » Come aprire un minigolf
Minigolf

Come aprire un minigolf

Il golf è uno degli sport più amati al mondo. Col passare del tempo questo sport dalle nobili origini ha fatto breccia anche nel nostro Paese, attirando l’attenzione di migliaia di sportivi che hanno così iniziato a praticarlo con una certa frequenza. Così il successo di questo sport ha portato molti investitori a puntare sull’apertura dei famosissimi minigolf, spazi attrezzati dove è possibile misurarsi con questa attività tanto amata negli Stati Uniti d’America e nel Regno Unito.

Aprire un centro di minigolf è semplice e rappresenta un’ottima opportunità di guadagno in quanto i costi di gestione risultano essere molto bassi, spesso legati esclusivamente alla manutenzione delle piste e del verde dei campi da minigolf.

Ovviamente anche in questo caso occorre studiare bene tutta la parte burocratica e quella dedicata all’investimento finanziario, oltre che possedere una spiccata propensione alla gestione amministrativa ed organizzativa.

Requisiti e investimenti per aprire un minigolf

Per aprire un minigolf occorre avere a disposizione un appezzamento di terra piuttosto grande. In questo modo si può avere la possibilità di creare diverse piste, di diversi materiali e difficoltà, riuscendo così ad accogliere più clienti contemporaneamente.

Oltre a ciò è possibile aprire un piccolo chiosco per la ristorazione degli ospiti e questo può rappresentare un’altra importante fonte di guadagno.

Prima di lanciarsi nell’investimento è bene studiare il luogo dove aprire il minigolf. Deve essere un luogo favorevole a questo genere di attività, dunque con un’alta densità abitativa ed in una zona di passaggio, preferibilmente nei pressi di istituti scolastici o luoghi di interesse.

L’investimento per l’apertura di un minigolf può essere molto contenuto se si possiede già il terreno dove aprire la nuova attività imprenditoriale. Tutto dipende dallo spazio a disposizione.

In linea di massima sono sufficienti 500 metri per un percorso a 9 buche. L’ideale, però, sarebbe avere a disposizione circa 1500 metri di terreno dove realizzare 9-12 piste da minigolf. L’investimento, dunque, dipende dallo spazio a disposizione.

Per la realizzazione di un centro con 10 piste ad esempio, l’investimento va dai 20 ai 40mila euro. Con questa cifra si potranno realizzare piste di un certo livello con erba sintetica di primissima qualità da destinare ai vari percorsi e con l’inserimento di ostacoli e di tutto quello che può essere utile in questa attività. In questa cifra sono compresi anche i kit indispensabili per gli ospiti del minigolf come le varie mazze e le palline.

Come detto in precedenza la manutenzione è molto semplice e può essere realizzata da una sola persona, magari dal proprietario del minigolf che in questo modo può risparmiare sull’eventuale stipendio di un dipendente.

Da un punto di vista remunerativo, a fronte di un investimento abbastanza contenuto, l’apertura di un minigolf può rappresentare un’ottima opportunità di guadagno visto il successo degli ultimi anni di questo meraviglioso sport.

L’iter burocratico per aprire un minigolf

Per quanto concerne la burocrazia, il primo passo è ottenere il permesso dal Comune attraverso la presentazione del progetto di apertura. Da questo dipenderà il rilascio della licenza per utilizzare il terreno per l’attività ludico-sportiva.

Il centro minigolf deve rispettare le norme igienico sanitarie e quelle strutturali. Superati tutti gli ostacoli burocratici si riceverà il nulla osta, con il giudizio di conformità alla destinazione d’uso.

Chiedi una consulenza gratuita

Se vuoi dare vita ad un minigolf ed hai bisogno di consulenza, chiedi una consulenza completamente gratuita a Contributi PMI. I nostri consulenti ti aiuteranno ad accedere a finanziamenti a fondo perduto che faciliteranno l’apertura della nuova attività. Cosa aspetti a contattarci?

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento