Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un negozio di articoli per bambini
Come aprire un negozio di articoli per bambini

Come aprire un negozio di articoli per bambini

Un negozio di articoli per bambini può essere una vera e propria miniera d’oro sia per gli imprenditori che per i potenziali consumatori. Un negozio di articoli per bambini, infatti, vende davvero di tutto: dai passeggini ai pannolini passando per i prodotti necessari per l’alimentazione dei bambini, ma anche i seggiolini per l’auto, l’abbigliamento per i bambini o i mobili per la cameretta.

I negozi di articoli per bambini negli ultimi anni si sono moltiplicati anche in Italia. Le ragioni di questo successo vanno rintracciate sicuramente nel fatto che i genitori non intendono rinunciare al benessere dei propri figli, crisi o non crisi. Proprio per questo motivo, le attività dedicate ai piccoli sono particolarmente appetibili per i potenziali imprenditori che intendono cimentarsi in una nuova impresa. Quando si pensa di aprire un negozio dedicato agli articoli per bambini, in realtà è possibile optare per diverse strategie di marketing: concentrarsi su una fascia d’età piuttosto che un’altra, puntare su prodotti di lusso oppure aprirsi ad un mercato più commerciale e puntare tutto sulla quantità delle vendite. La maggior parte dei negozi di articoli per bambini, inoltre, dedica ampio spazio anche ai prodotti per la mamma, per soddisfare le esigenze della donna sia in fase pre che post gravidanza. Visti i numeri importanti di queste attività, in ogni caso, è importante aprire un negozio ed offrire un’ampia gamma di servizi proprio per differenziarsi dalla concorrenza. Qualche idea simpatica potrebbe essere offrire il noleggio di attrezzature, il montaggio dei mobili per la cameretta e i servizi delle liste per i regali.

Requisiti per aprire un negozio di articoli per bambini

Ci sono una serie di requisiti da rispettare quando si decide di aprire un negozio di articoli per bambini; innanzitutto è bene sapere che è necessario possedere una partita IVA e che i locali che saranno utilizzati per l’attività devono rispettare tutte le norme previste in materia edilizia, sanitaria e commerciale. Non ci sono regole particolari che vietano l’apertura di attività simili nella stessa zona anche se evidente che aprire due negozi che vendono gli stessi prodotti lungo la stessa strada potrebbe non giovare a nessuno. Tutti i certificati e le autorizzazioni per la vendita devono essere ottenuti presso il comune in cui è ubicata l’attività.

Il locale e i prodotti in negozio

Il locale per avviare un’attività dedicata alla vendita di prodotti per bambini non deve avere una metratura minima da rispettare. Se si intende aprire un’attività piccola, anche 50 mq possono essere sufficienti; per chi pensa in grande o intende aprire tramite franchising potrebbe essere indispensabile una metratura minima di 200/250 mq. I prodotti che si vendono all’interno di queste attività sono moltissimi e, come detto, sono divisi tra i settori dedicati ai bambini in base alle diverse fasce d’età e quelli dedicati alla mamma. Per i bambini, infatti, possono essere messi in vendita passeggini, passeggini leggeri, trio, gemellari, seggiolini auto, culle, lettini, giocattoli, biberon, tettarelle, mobili per la cameretta e tanto altro ancora; per le mamme, invece, ci sono tanti prodotti dedicati all’allattamento, alla pulizia e all’igiene personale oltre che a quella del bambino.

Quando si decide di aprire un negozio di articoli per bambini, la scelta del luogo è fondamentale. Aprire in una grande città può significare avere molti guadagni in termini di clienti ma anche dover gestire molta concorrenza; al contrario, avviare un’attività di questo tipo in un piccolo centro può essere molto soddisfacente. La potenziale clientela è sicuramente inferiore rispetto al piccolo centro, ma i vantaggi in termini di spese per l’acquisto o la locazione del locale sono sicuramente maggiori.

Share
Nessun commento

Lascia un commento