Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un negozio di videogiochi: iter burocratico e costi
Aprire un negozio di videogiochi

Come aprire un negozio di videogiochi: iter burocratico e costi

Aprire un negozio di videogiochi, ancora nel 2019, non è un’idea sbagliata. Il videogioco cattura specialmente gli adolescenti ma tutti quegli adulti che da bambini sono cresciuti con i videogiochi sono ancora attratti da questo svago che non passa mai.

In effetti non si hanno età perché uno possa continuare ad essere appassionato dei giochi di calcio FIFA o degli scenari virtuali di guerra di Assassin’s Creed. E’ così, i videogiochi sono un’attrazione fortissima per ogni fascia d’età.

Per questa ragione, ancora oggi, nonostante una buona parte del mercato si sia trasferita online, aprire un negozio di videogiochi è un’iniziativa corretta per mettersi in proprio.

Iter e requisiti per aprire un negozio di videogiochi

Come tutte le attività aprire un negozio di videogiochi richiede un iter burocratico ben definito. Innanzitutto bisogna aprire una Partita Iva facendone richiesta all’Agenzia delle Entrate. Successivamente bisogna registrare la società al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di riferimento e, infine, inviare all’autorità comunale la dichiarazione di inizio attività, la cosiddetta Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA). Compiuti questi passaggi, in realtà, non servirebbe nient’altro, se non le autorizzazioni delle autorità locali che confermino che tutto sia a norma all’interno del locale.

Ottenuti questi requisiti, bisogna tener conto di altri presupposti che stabiliscono se si è idonei ad aprire o meno un negozio di videogiochi. Innanzitutto per un’attività di questo genere è necessario che il titolare abbia adempiuto l’obbligo scolastico. E’ importante anche non aver avuto nessuna condanna penale o essere stato all’interno di una società fresca di fallimento.

Soddisfatti questi requisiti burocratici per aprire un negozio di videogiochi è fondamentale avere una conoscenza amplissima nell’universo dei videogame. Perché il negozio riscuota successo è molto importante seguire le nuove tendenze, avere disponibilità delle ultime uscite.

Quelli dei videogames sono negozi per i quali bisogna essere super aggiornati. Avere qualcosa che gli altri non hanno è sempre un punto a favore del proprio negozio, ma nel caso dei videogames ancora di più. Catturare la fiducia di un gamer significa molto di più che fidelizzare semplicemente un cliente. Per tale ragione il primo requisito necessario per aprire un negozio di videogiochi è la passione.

Costi per l’apertura di un negozio di videogiochi

La spesa necessario per l’apertura di un negozio di videogiochi è, ovviamente, variabile in base al tipo di negozio che si vuole aprire. Innanzitutto le dimensioni del locale influenzano notevolmente il peso dell’investimento. Come è possibile aprire un negozio di questo genere in locale da 60 mq, si può farlo anche in uno da 200. Scelto il locale il passo successivo è stringere rapporti con i fornitori per riempire il negozio. In questo caso la spesa minima prevede che tutto il negozio sia pieno di prodotti da vendere. Dal minimo ci si può distaccare ampliando l’offerta; così il costo dell’investimento cresce senz’altro.

Detto ciò, si comprende che aprire un negozio di videogame a livello economico non è una passeggiata, perché ai costi di apertura e acquisto della merce vanno aggiunte anche altre spese. Ma con un business plan ben fatto, tutti questi aspetti passano in secondo piano. Bisogna tener conto che un negozio di videogiochi gestito con cognizione di causa può fruttare abbastanza, specialmente se alla vendita fisica si accompagna un e-commerce.

Consulenza Gratuita

Aprire un negozio di videogiochi, dunque, può essere una buona idea per mettersi in proprio. Con tanta passione e un investimento non troppo timido è possibile creare un’attività che presenti al pubblico un’ampia offerta e prodotti a buon mercato.

E’ fondamentale, però, per non lasciare nulla di intentato, tipo il lato e-commerce, appoggiarsi a degli esperti che stilano una strategia. Contributi PMI offre, a chiunque sia in procinto di aprire un’attività, l’occasione di una consulenza completamente gratuita per valutare l’idea imprenditoriale a 360 gradi.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento