Top
Home » Aprire un'Attività » Come aprire un negozio vintage
Aprire un negozio vintage

Come aprire un negozio vintage

Non tutti lo sanno, ma la parola vintage deriva dal francese vendenge, vendemmia. In enologia questo termine viene utilizzato per identificare i vini di annata di prestigio. Col tempo, però, il termine vintage ha assunto un significato diverso per descrivere prodotti come vestiti, oggetti di arredamento, automobili e tanto altro ancora.

Gli oggetti in questione, per essere vintage, devono essere d’epoca – di almeno 20 anni – devono evocare periodi remoti ed essere considerati cult e irripetibili nella forma, nel colore e nei materiali. Lo stile vintage è tornato di moda negli ultimi anni, soprattutto fra i più giovani. Questo grazie anche alle caratteristiche particolari che caratterizzano gli oggetti vintage.

Occhio però a non confondere il vintage con il retrò. Lo stile retrò emula lo stile vintage. Gli oggetti retrò, però, vengono fabbricati nell’attualità, simulando gli stili e le tendenze vintage. È piuttosto un omaggio allo stile vintage.

Il vintage, dunque, esercita un fascino davvero notevole sulle persone che sono alla continua ricerca di oggetti di valore dallo stile vintage. Non a caso negli ultimi anni c’è stato un aumento di negozi che vendono oggetti vintage di qualsiasi tipo.

Aprire un negozio vintage: location e investimento

Come abbiamo detto il vintage rappresenta per molti un vero e proprio stile di vita e questo rende l’apertura di un negozio vintage un’occasione da non lasciarsi scappare. Un business che può contare su un’ampia scelta di prodotti tra accessori, complementi d’arredo, oggettistica e vestiario. Aprire un negozio vintage non richiede un investimento elevato ma molto dipende dal posizionamento del locale e dalla grandezza dello stesso.

Per quanto riguarda la location il consiglio è di scegliere per un negozio situato in un centro commerciale oppure nei pressi di strade molto affollate. Il negozio vintage può essere abbastanza piccolo, bastano infatti 50/60 metri quadrati per avere la giusta esposizione di merce ed attirare tanti potenziali clienti.

Una particolare attenzione va data all’arredamento che deve essere in linea con questo stile e deve essere in grado di mettere in risalto i prodotti che abbiamo deciso di mettere in vendita nel nostro negozio.

Per dare maggiore risalto al nostro negozio vintage, il consiglio è quello di creare delle campagne pubblicitarie ad hoc in modo da attirare, anche sul web, un numero di potenziali clienti davvero elevati. Senza contare che grazie al web possiamo vendere i nostri prodotti anche online, organizzandoci con le spedizioni dal nostro negozio vintage.

L’investimento, come abbiamo detto, può essere piuttosto contenuto. Parliamo di una cifra minima di 40mila euro per l’apertura di un negozio vintage, anche se molto dipende anche dai prodotti che vendiamo e dal posizionamento del nostro negozio.

Consulenza Gratuita

La passione per il vintage è forte al punto da voler aprire un negozio? Allora non bisogna far altro che chiedere una consulenza gratuita a Contributi PMI. Grazie ai nostri esperti, a tua completa disposizione, potrai aprire il tuo negozio vintage e verificare la possibilità di accedere ad un finanziamento a fondo perduto. Cosa aspetti? Contattaci subito!

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento