Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un outlet: requisiti e costi
Aprire un outlet

Come aprire un outlet: requisiti e costi

Stanno ottenendo un grosso successo le attività come gli outlet, soprattutto nei centri commerciali in cui vengono concentrati un elevato numero di negozi.

Questo genere di attività oggi riscuotono un grande successo di presenze, perché rappresentano un modo alternativo di passare del tempo nei fine settimana per la maggior parte delle famiglie. La classica passeggiata in centro è stata sostituita dal visitare gli outlet, alla ricerca di offerte dell’ultimo momento e di quelli che vengono chiamati “affari” super scontati.

Aprire un outlet non è certo una passeggiata, si tratta di un’attività che richiede un notevole esborso economico, di conseguenza quest’idea deve essere supportata da un business plan dettagliato e completo che tenga conto di tutti gli aspetti legati a tale investimento.

Aprire un outlet: la ricerca della zona giusta

Uno dei punti fondamentali relativi all’apertura di un uovo outlet è la scelta del luogo in cui insediarlo. In questi ultimi anni stanno prendendo piede questo genere di attività, quindi va studiata nei minimi dettagli la zona ideale in cui tale attività può risultare vincente.

L’ideale è ubicare tale attività in una zona baricentrica a città con elevata popolazione, ma quest’ultima deve essere anche facilmente raggiungibile da chi è più lontano attraverso una viabilità agevole e veloce, come l’autostrada.

Uno studio sulla popolazione residente e sulle abitudini di acquisto di quest’ultima è un lavoro necessario e utile a capire il futuro potenziale di attrazione di un outlet.

La scelta del complesso da utilizzare per aprire un outlet

L’outlet rappresenta una struttura che deve necessariamente avere un’elevata superficie utile a disposizione.

Tenete conto che un negozio mediamente occupa una superficie variabile dai 50 fino a oltre 200 metri quadri, pertanto al fine di insediare un numero consistente di attività la superficie a disposizione dovrà essere importante.

Oltre alla parte legata alla vendita, vanno organizzate anche le superfici dedicate ai servizi, zone di ristorazione, parcheggi e tutto quello che serve a un outlet per funzionare correttamente.

E’ difficile adattare strutture esistenti alle caratteristiche necessarie per un outlet, proprio per questo tali strutture solitamente vengono edificate da zero, cosa che comporta un elevato investimento in termini urbanistici ed edilizi.

Come aprire un outlet: l’iter burocratico e i costi necessari

L’apertura di un outlet non ha una procedura burocratica che differisce di molto da quelle relative all’apertura di un’altra attività commerciale. Una volta sistemata la questione spazi commerciali e ottenute le dovute autorizzazioni urbanistiche ed edilizie, potrete concentrarvi sui passaggi necessaria alla creazione della società che gestirà l’outlet e tutte le procedure connesse.

Per prima cosa andrà registrata una nuova partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, ed effettuata l’iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio territorialmente competente.

Andranno poi eseguite le procedure d’iscrizione all’INPS e all’INAIL, regolarizzando la parte previdenziale e infortunistica sia del titolare che di tutte le persone che lavorano nella vostra società. Per avviare l’attività andrà poi presentata apposita Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), consegnandola presso lo sportello SUAP del Comune in cui è ubicata l’attività.

Dovrete puntare anche al massimo livello di sicurezza e professionalità, visto che l’outlet è un luogo in cui transitano ogni giorno migliaia di persone.

Investire nell’apertura di un outlet significa mettere in campo un importante quantitativo di denaro, che varia a seconda della grandezza della struttura avviata. Si tratta di attività che richiedono anche milioni di euro per il loro avvio, soprattutto se si devono sostenere i costi di costruzione della struttura.

Sarà quindi importante stabilire un piano di rientro che sarà sicuramente a lungo termine, che tenga conto anche di tutte le possibilità per l’ottenimento di finanziamenti, necessari a sostenere l’imprenditore nelle fasi iniziali.

Professionisti nella consulenza all’imprenditoria

Avviare un’attività come un outlet è una procedura decisamente delicata e complessa, che deve essere seguita da persone competenti.

Proprio per questo il nostro staff mette a disposizione delle figure professionali in grado di sostenere in modo completo l’imprenditore nelle fasi di avvio della sua nuova attività. Contattaci per una consulenza gratuita, valuteremo insieme la possibilità di richiedere un finanziamento a fondo perduto.

Share
Nessun commento

Lascia un commento