Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire una cartoleria
Come aprire una cartoleria

Come aprire una cartoleria

Al giorno d’oggi si parla tanto di processi di digitalizzazione. Ciò al fine di facilitare le procedure  anche dal punto di vista amministrativo e di evitare sprechi, cercando di contenere le spese e di ottenere lo stesso risultato con tecnologie diverse. La digitalizzazione serve a favorire la produzione e l’invio di documentazione direttamente per via telematica, un modo per risparmiare tempo e, soprattutto, carta. Sì, perché la carta ha sicuramente un costo importante che viene ammortizzato o quasi del tutto eliminato quando si utilizzano le tecnologie digitali.
Eppure, alla carta è ancora oggi difficile se non impossibile rinunciare per mezzo dei suoi molteplici utilizzi e perché, comunque, in diversi campi e settori il suo utilizzo si rende ancora indispensabile. Ecco perché aprire una cartoleria ancora oggi potrebbe rappresentare un’attività ancora piuttosto redditizia sotto tutti i punti di vista. In una cartoleria, infatti, è possibile trovare prodotti di cancelleria che servono per scuole, uffici o anche semplicemente per la casa. Prima di aprire una cartoleria, però, è importante conoscere alcuni aspetti procedurali e normativi e prendere coscienza di tutte le pratiche burocratiche necessarie per l’apertura di una nuova attività commerciale.

Cosa serve per aprire una cartoleria

Il primo step consiste nell’individuare il luogo dove aprire la cartoleria e per chi ha bisogno di un finaziamento può partecipare a un bando a tasso zero che aiutano chi vuole aprire una cartoleria. L’ideale sarebbe trovare una location che sia piuttosto vicina alle scuole ma anche a biblioteche ed uffici. Tutto, comunque, dipende dal tipo di cartoleria che si vuole aprire. Ci sono le cosiddette cartolerie di prossimità che si basano sulla vendita di prodotti di uso quotidiano e che presentano un assortimento abbastanza ampio. Ci sono, poi, le cartolerie di attrazione dove l’assortimento è molto più ampio rispetto alle cartolerie di prossimità in quanto c’è la possibilità di trovare prodotti esclusivi. Per cartolerie del genere il posto è importante ma non fondamentale, nel senso che è uno dei tanti fattori che entrano in gioco ma che non assume maggiore rilevanza rispetto agli altri.

Una cartoleria deve essere arredata in maniera semplice ma soprattutto ordinata. Poiché si tratta di un’attività piuttosto varia, nella quale è possibile trovare diversi prodotti, è bene che i vari scaffali vengano organizzati in maniera logica e coerente. Sarebbe importante fare una divisione per reparti, in modo da dare al cliente la possibilità di dirigersi direttamente presso il reparto che gli interessa. Ovviamente, un discorso di questo tipo dipende anche dalla grandezza del locale. Più grande è maggiori saranno le possibilità di dividere meglio l’area per l’organizzazione dei vari reparti e del materiale disponibile.  Aspetti che possono sembrare secondari diventano importanti anche per una cartoleria. A tal proposito, consigliamo di dare comunque una certa rilevanza al nome della cartoleria. Servirà per fare in modo che essa venga identificata dagli utenti facilmente. Anche in un discorso di marketing basato sul passaparola è necessario che venga scelto un nome attraente.

Dopo aver scelto il nome bisogna procedere a posizionare l’insegna in maniera adeguata ed intelligente, scegliendo quei colori che meglio possono rappresentare la cartoleria. Non bisogna, inoltre, dimenticare di scegliere come posizionare le diverse postazioni, ovvero la cassa, il banco principale e gli altri reparti della cartoleria. Dal punto di vista dei materiali da utilizzare, spesso si preferisce optare per il legno naturale per il semplice fatto che esso umana un senso di calore e di accoglienza, aspetti che in una cartoleria non dovrebbero mai mancare.  Spesso ci sono dei fattori per certi versi inconsci che agiscono sulla nostra psiche e che arrivano ad influenzare anche le nostre scelte. Questi fattori sono legati anche ai colori che si trovano in un particolare ambiente e possono determinare un comportamento d’acquisto incidendo in maniera ancora maggiore rispetto all’effettiva qualità dei prodotti. Ecco perché non bisogna tralasciare nulla e dare il giusto peso a tutti i dettagli.  In un discorso di questo tipo assume una certa importanza anche il rapporto che si viene a creare con i fornitori. Anzi, non è azzardato dire che si tratta di un rapporto fondamentale per la buona riuscita di una cartoleria. E’ importante scegliere un fornitore del quale ci si fida.

Gli adempimenti burocratici per l’apertura di una cartoleria

Ci sono alcuni adempimenti burocratici che bisogna rispettare e compiere prima dell’apertura al pubblico di una cartoleria. Quando viene individuato il punto esatto in cui verrà aperto l’esercizio commerciale, ovvero il locale, bisognerà presentare al comune presso cui è situata la struttura la dichiarazione di inizio attività. Se si tratta di un’attività in proprio è necessario procedere all’apertura di una Partita Iva altrimenti sarà impossibile emettere fatture. In più, bisognerà fare l’iscrizione alla Camera di Commercio, nello specifico al Registro delle Imprese, entro trenta giorno dall’avvio dell’attività.

E’ possibile, inoltre, scegliere di aprire una cartoleria in modalità franchising. Questo vuol dire che si eviterà di creare un nuovo marchio ma che si sfrutteranno i diversi vantaggi legato all’utilizzo di un brand già esistente e che ha avuto un grande successo nel settore. Per aprire una cartoleria in franchising è necessario essere in possesso di alcuni requisiti. In particolare, bisogna possedere un locale che abbia una superficie minima che si aggira intorno ai 25-30 metri quadrati. In più, è necessario procedere all’apertura di una Partita Iva e all’iscrizione presso l’ufficio del registro. Ovviamente, non bisogna mai dimenticarsi di comunicare al comune l’inizio delle attività. In questo settore non è richiesta una particolare formazione. Grazie alla società affiliante, detta anche franchisor, sarà possibile conoscere tutte le informazioni relative all’apertura della libreria. Il franchising, inoltre, anche dal punto di vista economico, si dimostra conveniente e permette di godere di un servizio di assistenza dedicato e professionale, in qualunque momento.

Hai bisogno di un finanziamento ?

Clicca qui e compila la scheda, riceverai una consulenza gratuita per accedere a un finanziamento agevolato.

Share
Nessun commento

Lascia un commento