Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire uno studio di naturopatia: i requisiti necessari
Aprire uno studio di naturopatia

Come aprire uno studio di naturopatia: i requisiti necessari

La naturopatia è una sorta di filosofia di vita e un modello da seguire per vivere una vita piena, cercando di capire il potere curativo della natura.

Una disciplina specializzata nel benessere e che insegna come applicare gli approcci di stile di vita naturale per facilitare il potenziale naturale di guarigione e salute del corpo.

La naturopatia non entra direttamente in competizione con la medicina tradizionale, ma collabora con quest’ultima. Non è finalizzata a fare diagnosi e terapia delle patologie specifiche ma a favorire il benessere e l’autoguarigione attraverso interventi di disintossicazione e riequilibrio.

Tale pratica viene considerata legale in Europa e nella maggior parte dei paesi e per l’avvio di uno studio si deve essere in possesso di un preciso percorso di studio ben strutturato, che comprenda teoria e pratica.

Al momento non esiste una regolamentazione ufficiale sugli studi da fare per diventare naturopata, vanno seguiti appositi corsi che hanno una durata e offerta molto variegata. Terminato il percorso di studio, dovrete intraprendere delle specializzazioni nelle discipline che s’intende praticare, in modo da garantirvi una preparazione solida e specifica in grado di dare un’identità professionale alla vostra attività.

Terminato il percorso di studio e di conoscenza relativo alle tecniche di naturopatia, è possibile avviare la propria attività in proprio. E’ quasi impossibile che qualcuno vi assuma, potranno trattarsi solo di collaborazioni professionali temporanee o a chiamata, proprio per questo dovrete avviare una vostra attività indipendente da libero professionista.

La burocrazia legata all’apertura di uno studio di naturopatia

Per mettersi in proprio sarà necessario individuare uno studio, inteso come locale fisico, in cui esercire la propria attività, quest’ultimo potrà essere uno spazio ricavato nella vostra abitazione o, meglio ancora, un ufficio ubicato presso strutture, associazioni o centri.

Dal punto di vista fiscale, le procedure sono identiche a quelle relative all’apertura di ogni altra attività lavorativa, dovrete avviare una nuova partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate e registrata la nuova azienda presso il registro delle imprese della Camera di Commercio.

Se esercitate in uno studio presso una struttura esterna, dovrete verificare che i locali siano in regola con la regolamentazione edilizia e sanitaria, ottenendo, se non già disponibile, la necessaria agibilità. Andrà inoltre segnalato l’avvio della nuova attività attraverso la presentazione di una SCIA da depositare presso lo sportello unico delle attività produttive del Comune di competenza.

Aprire uno studio di naturopatia: ricerca dei clienti e costi di avvio

Una fase delicata e importante nell’attività di naturopata è quella di pubblicizzare il proprio operato con la finalità di attrarre nuovi clienti. A oggi non basta più stampare bigliettini o distribuire volantini, la concorrenza è numerosa e agguerrita, e il numero totale di coloro che esercitano la professione è spesso superiore all’effettiva richiesta.

Meglio affidarsi alla pubblicizzazione attraverso internet e stringere collaborazioni con centri dedicati al benessere e alla cura della persona, fornendo un servizio che può essere complementare alla loro attività.

Aprire uno studio di naturopatia non necessità l’impiego di grossi capitali, i costi derivano principalmente dall’acquisto o affitto dei locali che adibite a studio professionale. Considerando un locale in affitto, i costi per l’avvio dell’attività risultano contenuti in poche migliaia di euro, incluso anche l’allestimento del locale e le spese di pubblicizzazione dell’attività.

Consulenza Gratuita per l’avvio di una nuova attività

Mettersi in proprio e diventare imprenditori è un’operazione difficile, che necessita di particolari conoscenze nel campo burocratico, amministrativo e fiscale.

Mettiamo a disposizione una consulenza gratuita per valutare il progetto di business e verificare la possibilità di accedere ad un finanziamento a fondo perduto e dare il via all’attività imprenditoriale.

Share
Nessun commento

Lascia un commento