Top
Home » Aprire un'Attività » Come aprire uno studio di psicologia: iter e requisiti necessari
Aprire uno studio di psicologia

Come aprire uno studio di psicologia: iter e requisiti necessari

Quello dello psicologo è uno dei lavori più complicati al mondo. Lo sosteneva anche Freud che paragonava questa figura professionale, in quanto ad importanza per la società, a quello dell’insegnante.

Questo ruolo molto importante per la ricerca del benessere psicologico ha da sempre affascinato migliaia di studenti, pronti ad intraprendere il percorso di studi utili a diventare psicologi.

Ad oggi in Italia ci sono circa 110mila psicologi divisi in tutte le regioni della Penisola. Ovviamente le specializzazioni sono diverse in quanto si va dagli psicologi clinici a quelli dell’età adulta o dell’infanzia, passando per le specializzazioni più articolate come quelle della psicoterapia.

Questa figura professionale è formata per il primo ascolto, la valutazione, la diagnosi, l’orientamento ed il supporto di soggetti affetti da disturbi psicologici. Si tratta di un professionista che monitora e migliora il benessere psicologico del proprio paziente e lo aiuta nella crescita personale, oppure a superare traumi importanti come lutti o separazioni.

Ma non è tutto, sono tanti, infatti, gli sportivi che si rivolgono ad uno psicologo per migliorare la propria concentrazione oppure per superare degli ostacoli mentali che possono essere d’intralcio sulla strada del successo.

Il percorso universitario per diventare psicologo è abbastanza lungo e complesso, ma questo non scoraggia i tantissimi studenti che, spinti da una passione forte e decisa, si impegnano tanto al fine di raggiungere l’obiettivo preposto.

Innanzitutto per diventare psicologo è necessario conseguire una laurea magistrale in Psicologia nella classe LM 51, oppure una laurea specialistica nella classe 58/2- Psicologia. Inoltre è fondamentale svolgere un tirocinio professionale presso una struttura convenzionata, dopo il quale bisognerà superare l’Esame di Stato per ottenere l’abilitazione all’esercizio della professione.

Una volta ottenuta l’abilitazione è possibile effettuare l’iscrizione all’Albo degli Psicologi, che prevede poi il pagamento di una tassa annuale che varia di regione in regione. Il lavoro dello psicologo in Italia è riconosciuto dalla legge numero 56 del 1989.

Iter e requisiti per aprire uno studio di psicologia

Vediamo ora insieme quali sono gli step da superare per aprire uno studio di psicologia. Se si sceglie di lavorare come liberi professionisti, è necessario aprire una partita IVA. In questo caso occorre sapere che negli ultimi anni sono stati introdotti diversi regimi fiscali agevolati che possono risultare molto utili a chi svolge il lavoro di psicologo.

Per quanto riguarda le posizioni previdenziali, l’ente preposto è l’Enpap, l’Ente Previdenziale Assistenza Psicologi. È molto importante, inoltre, stipulare una polizza assicurativa professionale ed avere a disposizione una PEC.

Una volta superati tutti gli step burocratici sarà possibile passare all’aspetto pratico. La scelta della posizione dello studio ed il suo arredamento sono molto importanti. Il consiglio è di optare sempre per uno studio situato in una città molto grande.

A livello strutturale la scelta dell’allestimento degli spazi può essere abbastanza semplice, l’importante è che tutto sia fatto in modo da rispettare la riservatezza dei propri pazienti.

Le stanze dello studio devono essere insonorizzate e confortevoli, in modo da mettere a proprio agio chi si ha di fronte durante la seduta. L’investimento iniziale per aprire uno studio di psicologia può risultare abbastanza agevole. Si parte, dunque, da un investimento di circa 10-15mila euro per avviare il proprio studio di psicologia.

Chiedi una consulenza gratuita

Se sei uno psicologo ed hai intenzione di aprire il tuo studio di psicologia rivolgiti a Contributi PMI. Ti metteremo a disposizione un team di esperti per una consulenza gratuita che ti aiuterà a trovare finanziamenti a fondo perduto per realizzare il tuo sogno.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento