Top
Home » Finanziamenti » Finanziamenti e agevolazioni per Associazioni Sportive Dilettantistiche
Finanziamenti per associazioni sportive dilettantistiche

Finanziamenti e agevolazioni per Associazioni Sportive Dilettantistiche

Considerata l’importanza che svolgono sul territorio italiano per la promozione dello sport, le Associazioni Sportive DIlettantistiche possono godere di vari tipi di finanziamenti, sia a fondo perduto che a tasso agevolato, e di benefici fiscali.

Vediamo nello specifico cosa si intende per ASD e di quali agevolazioni può godere.

Cos’è una ASD

Con l’acronimo ASD si intende Associazione Sportiva Dilettantistica con finalità sportive (ma senza scopo di lucro, anche se, come vedremo, la legge di Stabilità ha cambiato le cose).

Si tratta di una forma associativa semplice ed economica da costituire, che può oltretutto usufruire di alcune agevolazioni fiscali.

Per godere dei benefici fiscali previsti dalla legge, un’associazione sportiva dilettantistica deve rispettare alcune norme ben precise:

  • non deve distribuire utili o capitali durante la vita dell’associazione
  • deve indicare la dicitura “sportiva dilettantistica” nella denominazione sociale
  • deve devolvere il patrimonio residuo a enti con finalità sportive
  • non può avere soci temporanei
  • ha l’obbligo di tesserare i soci con tessera amatoriale o agonistico
  • deve rendicontare
  • devi iscriversi in un apposito registro tenuto dal coni

Un ASD può godere di alcuni importanti benefici fiscali: in particolare, può usufruire del regime agevolato della legge 398 del 16 dicembre 1991 che prevede pochissimi adempimenti contabili e pagamento di imposte dirette e IVA in modo forfettario.

Un ASD può anche dare compensi a chi svolge attività sportiva dilettantistica fino a un massimo di 7500 euro.

Istituto per il Credito Sportivo: i mutui per le ASD

L’Istituto del Credito Sportivo mette a disposizione di tutte le società e associazioni sportive dilettantistiche finanziamenti di varia entità sotto forma di mutui.

Il mutuo ordinario è un finanziamento senza limiti di importo destinato all’acquisto di attrezzature o alla ristrutturazione di  impianti sportivi su tutto il territorio nazionale.

La durata massima dell’ammortamento è di 30 anni e il taeg è particolarmente vantaggioso: 1,70. Il rimborso avviene in rate semestrali senza nessuna spesa istruttoria.

Il mutuo Light invece è un finanziamento per importi di massimo 60mila euro ed è riservato alle associazioni sportive dilettantistiche (oltre che agli enti pubblici) a patto che siano affiliate alle federazioni sportive e agli enti di promozione sportiva.
Il mutuo può finanziare l’acquisto di attrezzature per l’attività sportiva o altre spese legate all’attività, inclusi i lavori di manutenzione di impianti sportivi.

Erasmus+ per lo sport

Erasmus+ è un programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport, destinato ai giovani fra i 13 e i 30 anni.

Sono tre le azioni chiave sostenute da questo programma:

  • mobilità ai fini dell’apprendimento dell’individuo
  • cooperazione per l’innovazione e lo scambio di Buone prassi
  • sostegno alle riforme politiche

I soggetti beneficiari del programma sono gli organismi pubblici e privati attivi nel settore dell’istruzione, della formazione e dello sport.

Il programma è aperto a tutti gli stati membri dell’Unione Europea, ai paesi EFTA (Islanda Liechtenstein e Norvegia) e ai i paesi candidati all’ingresso nell’Unione Europea (Turchia e Macedonia).

La somma complessiva destinata a questo programma è di oltre 2 milioni di euro.

Per quanto riguarda le azioni nel settore dello sport, la scadenza del bando è il prossimo 5 aprile. Il programma prevede finanziamenti a fondo perduto.

Novità della legge di Bilancio 2018 per le società sportive

La legge di Bilancio 2018 ha introdotto alcune novità interessanti anche per le società e le ASD.

Nello specifico, con i commi 353 e 361 si sono istituite le società sportive dilettantistiche con scopo di lucro.

In questo caso, lo statuto di una società sportiva con scopo di lucro deve avere nella ragione sociale la dicitura “società sportiva dilettantistica lucrativa” e nello scopo sociale lo svolgimento e l’organizzazione di attività sportive dilettantistiche.

Queste società, se riconosciute dal Coni, potranno godere della riduzione della metà dell’IRES.

Inoltre, i servizi di tipo sportivo nei confronti di chi pratica l’attività sportiva in modo occasionale in impianti gestiti dalle società sono soggetti all’aliquota IVA del 10%.

Da segnalare anche il Fondo Sport e Periferie, uno stanziamento di 10 milioni di euro per gli impianti sportivi.

Infine, viene istituito il Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano con una dotazione di 12 milioni per il 2018 7 milioni per il 2019 8,2 milioni di euro per il 2020 con i 10,5 milioni di euro per il 2021

Le risorse sono destinate a:

  • promuovere l’avviamento all’esercizio della pratica sportiva delle persone disabili attraverso l’uso di ausili per lo sport
  • sostenere la realizzazione di eventi calcistici di rilevanza internazionale gli sportivi
  • sospendere la maternità delle atlete non professioniste
  • garantire il diritto all’esercizio della pratica sportiva dei minori

Finanziamenti alle Associazioni Sportive Dilettantistiche: chiedici una consulenza

Se fai parte di un ASD, puoi usufruire di diverse forme di agevolazioni.
Vuoi saperne di più? Contattaci: ti seguiremo passo passo nella richiesta di finanziamenti, mettendo la nostra esperienza a tua disposizione.

Share
Nessun commento

Lascia un commento