Top
Home » Aprire un Negozio » Aprire un’impresa edile: iter e requisiti
Come aprire una impresa edile

Aprire un’impresa edile: iter e requisiti

Anche se il settore dell’edilizia in questi ultimi anni ha subito una forte crisi in concomitanza con il periodo negativo dal punto di vista economico che ha colpito molti paesi a livello europeo, l’idea di aprire un’impresa edile rappresenta ancora una buona possibilità di avvio di un’attività indipendente.

Esistono molti generi d’imprese edili, ognuna caratterizzata da un target specifico, che richiede differenti mezzi e capacità lavorative.

Le imprese edili le possiamo distinguere in tre differenti tipologie: la prima riguarda i piccoli appaltatori per ristrutturazioni, che rappresentano le attività più comuni, che rientrano nel settore delle piccole e medie imprese.

Queste imprese sono caratterizzate dalla presenza di pochi lavoratori ed effettuano lavorazioni di tipo artigiano, regolari e costanti, che nel loro costituiscono una buona fonte di guadagno.

Abbiamo poi la seconda categoria rappresentata dagli appaltatori, che non offrono servizi di murature, idraulica, termoelettrica ma offrono un’ampia gamma di servizi per accontentare un parco di clienti più ampio, gestendo da sole incarichi ampi, anche per conto di altre aziende.

Infine abbiamo la terza categoria rappresentata dai proprietari costruttori, che impiegano uno staff numeroso e che portano a termine mansioni di ampia portata, una vera e propria industria delle costruzioni.

Il business plan per un’impresa edile

Di fondamentale importanza per l’apertura di un’impresa edile è la redazione di un business plan, un piano dettagliato di azione che deve assolutamente contenere valutazioni e indicazioni relative:

  • alla descrizione del business e dell’ambiente;
  • alle strategie da adottarsi;
  • al piano operativo;
  • al management aziendale;
  • alle risorse disponibili per il finanziamento dell’attività;
  • alle proiezioni e alla produttività.

Tale documento permette di inquadrare il genere di attività da avviare e di tracciare le linee guida che devono garantire alla stessa di essere avviata e gestita nel miglior modo possibile.

Come aprire un’impresa edile: adempimenti burocratici, costi e guadagni

Per aprire una nuova impresa edile sono necessari degli ingenti fondi, proprio per questo è bene informarsi preventivamente circa la presenza di bandi e agevolazioni per l’apertura di nuove imprese, iniziative che spesso riguardano i giovani ma che vanno approfondite e ricercate in dettaglio.

Gli altri adempimenti burocratici necessari ad avviare l’attività sono l’apertura di una nuova partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate, e l’iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio competente per zona.

L’imprenditore dovrà poi fare le iscrizioni INPS e INAIL per se stesso e per tutti i dipendenti della società, al fine di disciplinare le posizioni contributive e infortunistiche necessarie.

Inoltre l’azienda dovrà eseguire la richiesta per l’ottenimento dei certificati BDNA di “pulizia aziendale da attività illecite”, necessaria per partecipare a bandi e gare rilasciate da Pubbliche Amministrazioni o grandi aziende. Come accennato in premessa, i costi per l’avvio di un’azienda edile sono elevati, partono anche da qualche centinaia di migliaia di euro.

I costi principali sono legati all’acquisto delle attrezzature, tecnologie e materiali necessari a eseguire i vari lavori nel campo edilizio, cui dovranno essere aggiunti i costi riguardanti il personale, che incidono in modo rilevante sul bilancio complessivo dell’azienda.

Per i primi cinque anni di attività, i report indicano che un’impresa edile mediamente guadagna l’8% sul costo dell’intero lavoro eseguito. Aumentando il numero di commesse effettuate e in base alla tipologia di lavori eseguiti tale percentuale potrà anche essere maggiore.

Consulenza completa per l’avvio di una nuova attività

Avviare un’impresa edile è un’operazione complessa, soprattutto per chi non ha dimestichezza con le questioni commerciali, amministrative e fiscali. Per questo è necessario farsi seguire da professionisti del settore, che offrano un’assistenza per ogni genere d’incombenza riguardante l’avvio e gestione dell’attività.

Proprio per questo mettiamo a disposizione professionisti esperti e preparati che sono in grado di assistere gli imprenditori e realizzare il loro sogno di avviare un’attività in proprio. Contattateci per maggiori informazioni a riguardo e per avere a disposizione da subito un’assistenza mirata alle esigenze della tua attività.

Share
Nessun commento

Lascia un commento