Top
Home » Aprire un negozio di biciclette: iter burocratico e requisiti
Come aprire un negozio di biciclette

Aprire un negozio di biciclette: iter burocratico e requisiti

Per coloro che vogliono realizzare il proprio sogno personale, ma anche per chi vuole soddisfare le esigenze dei ciclisti della propria zona e al contempo ottenere un profitto economico, l’apertura di un negozio di biciclette rappresenta un’opportunità interessante per mettersi in proprio.

Solitamente chi apre questo genere di attività fornisce due generi di servizi ai propri clienti: da una parte la vendita di bici nuove e usate, di marche selezionate, proponendo in alcuni casi anche una specializzazione verso i settori agonistici su strada o Mountain Bike, dall’altra fornendo assistenza per la riparazione di ogni genere di bicicletta, unitamente alla vendita di accessori e ricambi.

Il business plan del negozio di biciclette

Come per l’apertura di tutte le altre attività commerciali, è necessario mettere in campo una dettagliata pianificazione preventiva, che prevede la stesura di un business plan, strumento che permette di avere una corretta organizzazione e che diminuisce i rischi e le brutte sorprese.

Un documento importante che permette di avere un quadro completo di quelli che sono gli investimenti da effettuare, eventuali finanziamenti da richiedere, i costi da pagare, le spese per gli acquisti, le entrate che si spera di ottenere.

Documento che risulta necessario nel caso in cui vogliate richiedere un prestito o accendere un mutuo presso qualsiasi Istituto di Credito.

Entrando nel dettaglio dei contenuti del business plan, è importante che venga effettuato un focus sull’analisi del mercato, della concorrenza e quello che viene chiamato geomarketing. Ovvero la nicchia di utenti verso cui avete intenzione di indirizzarvi, le strategie di vendita e di marketing, il nome del negozio, la sua forma giuridica, etc.

La scelta della forma giuridica dipende dal capitale che si desidera investire e dalla grandezza dell’azienda che si vuole creare e gestire.

Aprire un negozio di biciclette: requisiti e adempimenti burocratici

Per quanto riguarda i requisiti personali, aprire un negozio di biciclette non richiede alcuna particolare specializzazione. L’imprenditore dovrà essere incensurato, non essere mai stato dichiarato fallito, mentre dovrà avere una conoscenza del mondo delle biciclette, della meccanica e della loro riparazione.

Dal punto di vista burocratico la prima cosa da fare è richiedere la partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate e iscriversi al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio competente per zona.

Andranno aperte anche le relative posizioni INPS e INAIL sia dei titolari che di ogni dipendente che intendete avere nella vostra nuova attività.

Passando poi ai locali che vengono utilizzati per l’attività, dovrete ottenere i permessi dell’ATS (ex ASL) che dimostrino la regolarità dei locali per quanto concerne il rispetto delle norme igienico e sanitarie, antincendio e antinfortunistiche.

A livello comunale, all’amministrazione del proprio territorio andrà richiesto il permesso per esporre l’insegna e presentata la Segnalazione di Inizio Attività (SCIA).

Infine, per quanto riguarda eventuali contributi disponibili, potete contattare gli uffici della Regione al fine di verificare la presenza di sgravi fiscali, finanziamenti agevolati o contributi a fondo perduto rivolti a chi apre nuove attività commerciali.

I costi di un negozio di biciclette

La spesa fondamentale per l’apertura del vostro negozio di biciclette è quella relativa alla scelta del locale in cui andrete ad effettuare l’attività. Il costo dello stesso dipende dalle sue dimensioni, dallo stato e dalla sua posizione.

A questi andranno aggiunti i costi per l’arredamento del punto vendita, per le attrezzature necessarie alla riparazione delle bici e per i prodotti da mettere in vendita: biciclette e accessori vari.

L’ammontare dell’investimento, in media, si aggira intorno ai 50 mila euro, cifra che può raddoppiare scegliendo un negozio molto ampio o se vi specializzate nella vendita di biciclette innovative, sportive e di elevata qualità.

Nella fase di avvio dell’attività vanno presi in considerazione anche i costi relativi alla pubblicità, la costruzione e gestione di un sito web che vi faccia ottenere maggiore visibilità da parte della clientela, quelli relative alle utenze telefoniche, luce, acqua e internet, i contributi previdenziali propri e degli eventuali dipendenti, l’IVA a debito che va versata allo stato e gli interessi passivi se avete accesso mutui o finanziamenti.

Vendita di biciclette, consulenza gratuita da professionisti del settore

Aprire una nuova attività commerciale determina un notevole dispendio di tempo e denaro tra adempimenti, iter burocratici e necessarie autorizzazioni. Se non siete adeguatamente preparati tutto questo potrà sembrarvi complesso, proprio per questo il nostro staff mette a disposizione una consulenza gratuita da professionisti del settore in grado di seguirvi passo a passo nell’apertura della vostra nuova azienda, fornendovi tutta l’assistenza necessaria.

Share
Nessun commento

Lascia un commento