Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un centro scommesse
Come aprire un centro scommesse

Come aprire un centro scommesse

Negli ultimi anni abbiamo assistito al moltiplicarsi dei centri scommesse: tante persone, infatti, amano scommettere su calcio, tennis, Formula 1 (e persino su sport di nicchia come le freccette e il biliardo). Ecco perché un centro scommesse può essere una buona opportunità d’impresa; per avviarlo, tuttavia, sono richieste alcune autorizzazioni specifiche. 

Vediamo insieme come aprire un centro scommesse.

Aprire un centro scommesse: requisiti e iter burocratico

Come tante altre attività “commerciali”, per aprire un centro scommesse serve un locale: a questo proposito, occorre stabilire se si vuole aprire un corner, ovvero un “angolo” all’interno di un locale (come un bar e un tabacchi) o che si appoggia a un brand già noto (per esempio, Snai) oppure se aprire un centro vero e proprio.

È sempre bene scegliere un locale in una zona ben frequentata; non serve un locale enorme, bastano 10mq per un corner e 60 mq per un centro (almeno). Una buona idea è cercare un locale in un centro commerciale (ma attenzione ai costi). In ogni caso, dev’essere una zona di passaggio e con pochi competitor attorno (se possibile).

Per avviare un centro scommesse, saranno necessari:

Senza concessione dell’Amms non è possibile aprire un centro scommesse. Dunque, come ottenere la licenza?

La procedura è questa: l’Amms crea il bando ufficiale, l’unico modo per ottenere la concessione per avviare un centro scommesse.
Per partecipare, occorre richiedere e compilare il modulo apposito alla Polizia di Stato: il modulo va poi inviato all’Amms.
Vincere il bando non è facile, inoltre l’acquisto della licenza è piuttosto oneroso: tra i 4 e i 5mila euro. I tempi per completare la procedura si aggirano intorno ai 4 mesi.

Aprire un centro scommesse: i costi

Un centro scommesse richiede investimenti consistenti. Bisogna infatti prendere in considerazione tante spese:

  • affitto del locale (che sale o scende a seconda della grandezza del locale e della posizione)
  • Adsl
  • arredi (tv, sedie, sgabelli, attrezzature specifiche, etc.)
  • postazioni
  • utenze
  • eventuale personale dipendente

In linea di massima, per aprire un centro scommesse serviranno dai 25 ai 35mila euro circa. 
Un investimento non da poco, come si può ben capire, eppure una soluzione alternativa esiste: il franchising.

Centro scommesse e franchising: un’ottima soluzione

Aprire un centro scommesse da zero, abbiamo visto, è complicato: occorre attendere il bando Amms, fare richiesta, vincere il bando e di lì sviluppare l’impresa. Ricordiamo che vincere il bando non è affatto facile.

Il franchising può rappresentare un’ottima alternativa: appoggiarsi ai brand del settore, alcuni dei quali molto forti sul mercato, è un modo per avviare l’attività in modo più semplice e con una serie di benefit da non sottovalutare.

I franchisor propongono spesso soluzioni “chiavi in mano“; in cambio di una fee (mensile, solitamente) e di un investimento iniziale, offrono know-how, assistenza e formazione. La possibilità di sfruttare un marchio noto, poi, è un vantaggio considerevole: essere affiliati ai brand di settore più famosi può dare quella spinta in più decisiva a garantire il successo dell’impresa.

Il grande sviluppo del settore scommesse, poi, ha portato i franchisor a concedere sconti, assistenza fiscale, arredi e strutture con pagamento dilazionato.

Altra cosa da non sottovalutare è la cifra richiesta dall’investimento, decisamente inferiore rispetto a quella necessaria per aprire un centro scommesse da zero: i costi di affiliazioni variano dai 10 ai 15mila euro circa a seconda del brand.

Ovviamente, il franchising ha anche degli svantaggi: la standardizzazione, la fee mensile (richiesta spesso), la scarsa indipendenza.
È bene valutare le condizioni imposte da ogni franchisor prima di decidere su quale investire.

Vuoi aprire un centro scommesse? Contattaci!

Un centro scommesse, come abbiamo visto, può dare ottime prospettive di guadagno. Aprirlo, però, non è semplice: la procedura prevede una costosa licenza non facile da ottenere. Inoltre, prima di “buttarsi” in un settore come questo, è bene preparare un accurato business plan e valutare le possibilità di riuscita: la concorrenza è alta.

Se vuoi aprire un centro scommesse, contattaci e chiedici una consulenza gratuita: ti aiuteremo a presentare il modulo di richiesta in modo corretto e a redigere un business plan adeguato agli obiettivi che vuoi raggiungere.

Share
Nessun commento

Lascia un commento