Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un cinema: costi e requisiti necessari
Aprire un cinema

Come aprire un cinema: costi e requisiti necessari

Nonostante oggi siano molto diffusi servizi web di streaming di contenuti come Netflix, che permettono di vedere film e serie TV da casa ad ogni ora del giorno e della notte, aprire un cinema rappresenta ancora un’attività imprenditoriale che può avere dei riscontri economici vantaggiosi.

Grazie alle nuove tecnologie disponibili, oggi è possibile mettere a disposizione della clientela un servizio innovativo e attrattivo, come ad esempio i film in 3D, posti a sedere con tecnologie integrate, innovazioni che permettono di attirare un pubblico maggiore rispetto alla classica proiezione di un film.

Questo, unitamente alle solide radici che i film hanno nella cultura popolare italiana, rende l’apertura di un cinema un investimento sicuro anche in periodi di crisi economica e di elevata concorrenza.

Aprire un cinema: il business plan

Prima di avviare le procedure per l’apertura di un nuovo cinema è bene redigere un business plan, in modo tale che possiate programmare l’attività e calcolare nel dettaglio le entrate e le uscite.

Inizialmente va scelto il genere di cinema in base alla zona in cui intendete aprire l’attività, analizzate i dati relativi agli interessi della popolazione e dei clienti delle altre strutture esistenti, ma anche l’offerta della concorrenza in modo tale da poter diversificare ed essere maggiormente competitivi sul mercato.

Differenti sono le opzioni disponibili: il cinema d’autore, quello delle seconde visioni, commerciale con prime visioni. Solitamente questo genere di attività viene aperta in collaborazione con grossi marchi del settore, creando una sorta di affiliazione in franchising che fornisce un supporto e aiuto maggiore a chi è nuovo del settore, ottenendo anche un’assistenza economica e una formazione specifica.

I costi e i finanziamenti per aprire un cinema

Come sopra riportato la redazione del business plan è un ottimo passo per affrontare al meglio le incombenze e gli ostacoli legati all’avvio della nuova attività. L’esborso economico necessario all’apertura di un nuovo cinema è decisamente elevato, soprattutto per quanto riguarda le spese per lo stabile, che dovrà essere di elevate dimensioni, sia per il personale da impiegare.

A meno che non abbiate a disposizione ingenti quantitativi di denaro, o abbiate un accordo di partnership con grosse case del settore, dovrete accedere a un mutuo o prestito per l’apertura del vostro nuovo cinema.

Dovrete inoltre effettuare una ricerca tra gli incentivi e sgravi fiscali disponibili, aiuti economici che possono rappresentare un valido contributo all’avvio della vostra attività.

Non è possibile fare un calcolo preciso dei costi necessari, perché questi ultimi dipendono da diverse variabili quali: la dimensione della struttura, dalla zona in cui è ubicato lo stabile, dal tipo di offerta, dalla pubblicità e dal numero di personale impiegato.

Un’altra variabile è la tipologia di tecnologia che intendete introdurre nella struttura: proiettori 3D e digitali, sedili di nuova concezione, arredamenti di lusso e attrezzature per le zone di vendita bibite e popcorn.

A questi costi vanno inoltre aggiunti quelli relativi al marketing e promozione che andrà effettuata sia sui canali consueti che attraverso la promozione in rete, creando anche un apposito sito web dedicato che annoveri anche servizi di biglietteria.

Potrete di conseguenza immaginare che l’investimento iniziale è di diverse centinaia di migliaia di euro, considerando anche i contributi previdenziali dei dipendenti da assumere.

Quali autorizzazioni servono per aprire un cinema?

La prima operazione da fare per avviare la propria nuova impresa è quella di registrare la stessa presso l’Agenzia delle Entrate e ottenere la propria partita IVA. Necessaria è anche l’iscrizione al registro delle imprese, che andrà effettuata presso la Camera di Commercio della sede di appartenenza, mentre per quello che riguarda previdenza e infortuni andranno aperte le posizioni INPS e INAIL dei titolari e di tutti i dipendenti assunti.

Per quanto riguarda i locali, questi ultimi dovranno avere le relative idoneità dal punto di vista edilizio, sanitario e di sicurezza antincendio, quest’ultimo aspetto molto importante vista la presenza di un elevato numero di persone durante l’attività.

Sarà quindi necessario verificare, con apposito professionista, l’esistenza di tutte le certificazioni e che le stesse siano ancora valide, al fine di poter presentare poi la Segnalazione di Inizio Attività (SCIA) presso il Comune di appartenenza.

Come aprire un cinema: consulenza gratuita

Viste le difficoltà nell’aprire una nuova attività imprenditoriale in proprio, mettiamo a disposizione uno staff di professionisti in grado di seguirvi passo a passo nell’ottenimento delle necessarie autorizzazioni e nell’espletamento di ogni genere di incombenza amministrativa e burocratica. Avviate la vostra attività senza preoccupazioni, penseremo noi a mettervi nelle condizioni di avviare al meglio la vostra nuova esperienza lavorativa come imprenditore. Mettiamo a disposizione una consulenza gratuita sia per valutare il progetto imprenditoriale che l’accesso a finanziamenti a fondo perduto.

Share
Nessun commento

Lascia un commento