Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire un negozio di cosmetici
Come aprire un negozio di cosmetica

Come aprire un negozio di cosmetici

In Italia il mercato della cosmesi è particolarmente fiorente: secondo un indagine eseguita da Cosmetica Italia nel 2017, il settore ha quasi 11 miliardi di fatturato globale, con una crescita incredibile dell’export.
Di conseguenza, aprire un negozio di cosmetici può essere un’ottima opportunità di business.

In questa guida veloce, scopriremo tutti i passaggi per aprire e avere successo con un negozio di cosmetici.

Per aprire un negozio di cosmetici non sono necessari requisiti particolari, tranne i requisiti morali per l’apertura degli esercizi commerciali; di sicuro avere passione e conoscenza dell’argomento è indispensabile. Conoscere i componenti funzionali dei diversi prodotti, i trend del mercato di settore e le novità relative permette di offrire un servizio migliore ai propri clienti.

Di conseguenza prima di aprire un negozio di cosmetici, non è affatto una cattiva idea seguire corsi di vendita e studiare in profondità il mercato in cui ci si andrà a inserire.

Ricordiamo brevemente i requisiti morali per aprire un’attività commerciale: non possono aprire attività commerciali tutti coloro che sono stati dichiarati delinquenti abituali, che hanno riportato una condanna per delitto non colposo e con una pena non inferiore a 3 anni, coloro che hanno ricevuto una condanna per ricettazione, riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, rapina, delitti contro la persona etc.

Sono esclusi anche chi ha subito condanne per reati contro l’igiene e la sanità pubblica o nei cinque anni precedenti all’inizio dell’attività hanno riportato una sentenza per delitti di frode nella preparazione e nel commercio degli alimenti.

Avviare un negozio di cosmetici: l’iter burocratico

Anche per aprire un negozio di cosmetici è necessario sbrigare tutte le pratiche necessarie, affidandosi a un professionista esperto per evitare qualsiasi tipo di errore.

In primis occorrerà aprire la partita Iva, facendo richiesta all’Agenzia delle Entrate competente per il territorio.
Il codice Ateco per il “commercio al dettaglio di cosmetici articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati” è il 47.75.

Dopo l’apertura della partita Iva, bisognerà svolgere le pratiche per l’iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio della Provincia di competenza; non dimentichiamo la Scia, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività da inviare al comune.
Servirà poi una certificazione dei Vigili del Fuoco, che attesti la sicurezza del locale, e il certificato della Asl, soprattutto se il negozio ha anche un laboratorio per la preparazione dei cosmetici e delle essenze.
Inoltre, se si decide di riprodurre musica e immagini, bisognerà pagare anche i diritti Siae.

Quali sono i costi per aprire un negozio di cosmetici?

Veniamo ai costi per aprire un negozio di cosmetici: l’investimento minimo si aggira intorno ai 40/50 mila euro.

Cominciamo dal locale, i cui costi possono salire o scendere a seconda sia della grandezza dello stesso che della posizione: una location in zona centrale o in un centro commerciale costerà molto di più rispetto a una zona periferica.

Ai costi per l’affitto del locale, bisogna aggiungere i costi per gli arredi, per l’illuminazione, per le scaffalature e tutti gli strumenti per l’esercizio dell’attività, come il registratore di cassa. Non dimentichiamo poi i costi (elevati) per le forniture.

Nel business plan vanno inserite anche le spese per stipendi e assicurazione dei dipendenti, per i consulenti (vedi commercialista) e le spese per le campagne di marketing e comunicazione.

Ricordiamo che è possibile richiedere uno dei finanziamenti, anche a fondo perduto, promossi da Regione, Ue e Ministero dello Sviluppo Economico destinati alle neoimprese.

Cosmetici e franchising: tante opportunità

Sono diversi i brandi di cosmetici e profumi che offrono programmi di affiliazione in franchising.

Come già visto in articoli precedenti, il franchisor offre ai propri franchisee (gli affiliati) tutta una serie di servizi:  assistenza, formazione, arredi e consulenza continua in cambio di una fee iniziale (ed eventualmente anche mensile). I costi per avviare l’attività possono essere inferiori, ma attenzione: un investimento minimo è necessario in ogni caso.

Essere sotto l’egida di un brand famoso, e poter sfruttare il marchio, sicuramente dà più possibilità di attirare i clienti.

Ovviamente, in caso di un negozio monomarca, si dovranno seguire le direttive del brand, con conseguente meno libertà d’azione.

Aprire un negozio di cosmetici: pronto per la tua nuova opportunità?

Se sei appassionato o appassionata del settore, aprire un negozio di cosmetici può essere una brillante idea di business. Per sapere come fare e avere assistenza in ogni fase, contattaci per una consulenza gratuita: ci metteremo a tua disposizione per aiutarti a far diventare realtà il tuo sogno imprenditoriale.
Share
Nessun commento

Lascia un commento