Top
Home » Aprire un Negozio » Come aprire una gioielleria: requisiti e costi
Aprire una gioielleria

Come aprire una gioielleria: requisiti e costi

Aprire una gioielleria non è mai una cattiva idea: sono attività redditizie anche se richiedono un grande impegno e un notevole investimento. La gioielleria come attività commerciale offre all’imprenditore diverse possibilità di guadagno, dai prodotti di consumo, come orologi o bracciali di brand famosi ma economici, fino ai beni più preziosi, diamanti, rubini.

L’offerta di una gioielleria varia anche dalla zona dove è situata. Certamente, però, la molteplicità dell’offerta basata su vari target, è una caratteristica comune a tutte le attività di questo genere.

Aprire una gioielleria: iter burocratico e requisiti

L’iter burocratico per aprire una gioielleria è breve. Innanzitutto è necessario richiedere alla Questura del Comune l’autorizzazione alla vendita di beni preziosi per l’apertura del negozio. In un secondo momento come per ogni altra attività è necessario aprire una Partita IVA ed iscriversi al Registro delle Imprese della Camera di Commercio competente territorialmente.

Superati questi due step anche l’imprenditore intestatario dell’attività deve rispondere a dei requisiti specifici. In particolare non deve aver avuto denunce penali nei tre anni precedenti all’apertura.

Quest’ultima richiesta è necessaria per soddisfare i termini di sicurezza dell’attività. Lo stesso locale dove verrà aperta la gioielleria deve rispondere ad una serie di normative di sicurezza e antifurto.

Costi di apertura di una gioielliera

Aprire una gioielleria comporta un investimento di grande portata, somme che superano le centinaia di migliaia di euro. Prima di aprire una gioielleria è bene stabilire il tipo di attività a cui si vuole dare il via. Ci sono diversi livelli di gioiellerie, una alta, con un target agiato, una più spostata verso la bigiotteria e la gioielleria vintage.

E’ chiaro scegliere tra queste tre tipologie di attività comporta anche una variazione della spesa dell’investimento di base. Solitamente la via più percorsa è quella di una gioielleria che si situa a metà tra beni preziosi e i brand più economici.

In questo caso l’investimento è comunque considerevole. Si pensi alle spese di affitto o di acquisto di un locale. Alla messa in sicurezza del locale. Vetri blindati antiproiettile, sistemi allarmistici sofisticati, servizi di videosorveglianza. A questo di aggiungano le spese di adeguamento del locale, un impianto d’illuminazione ricco e particolareggiato fondamentale per le esposizioni in vetrina.

Una volta organizzato il locale bisogna acquistare la merce. A differenza di molte altre attività in questo caso “riempire” il locale è una spesa molto impegnativa ma si ha la certezza che i prodotti acquistati nel 90% dei casi mantengano il loro valore intatto.

L’offerta della gioielleria ai suoi clienti è, dunque, variabile. Anzi, deve essere variabile. Si può attrarre un cliente con un orologio economico ma di tendenza in vetrina e quello stesso cliente, magari, tornerà per fare come regalo di compleanno alla sua ragazza un bracciale costoso.

Attività come le gioiellerie sono estremamente redditizie. Seppure comportano un investimento iniziale sicuramente non alla portata di tutti, è un’attività dove il rischio di fallimento è molto basso. Gli studi di settore indicano che su un prodotto acquistano all’ingrosso a 100 euro, un gioiellerie che lo vende al dettaglio può avere un ricarico anche del 200%.

Consulenza Gratuita

Aprire una gioielleria, qualora se ne avessero le possibilità, è, dunque, un’ottima idea. E’ un’attività che va da sé, certo; ma è fondamentale avere un business plan ben fatto perché non si commettano errori nella gestione del proprio budget e perché vengano fatte le scelte giuste nell’ambito del marketing economico e della visibilità del negozio.

Contributi PMI offre una consulenza per azienda completamente gratuita a chi si avvia ad un’attività imprenditoriale per valutare l’accesso ad un finanziamento a fondo perduto.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento