Top
Home » Aprire un'Attività » Come aprire una hamburgeria: iter e requisiti
Aprire una hamburgeria

Come aprire una hamburgeria: iter e requisiti

Di motivi per aprire una hamburgeria ce ne sono tanti. Oggi questo tipo di attività è un punto di riferimento per molti giovani che vogliono fare una cena rapida ed economica.

Sempre più spesso vi sarà capitato di sentirvi invitare dai vostri amici in una hamburgeria. D’inverno cenare in questi posti può diventare addirittura una sorta di rito, il mercoledì o la domenica: un bel panino e una birra diventano i compagni perfetti durante la visione di una partita di calcio.

È facile spiegarsi perché il fenomeno delle hamburgherie abbia preso sempre più piede in Italia. Ora se ne vede un buon numero, ma il mercato è ancora lontano dall’essere saturo.

Quindi se nella vostra mentre balena l’idea di aprire un’attività commerciale di questo genere, farete bene a dare concretezza al vostro sogno perché per voi il lavoro sarà un piacere. In questo modo saprete essere accoglienti e scaltri per far riscuotere maggior successo possibile alla vostra attività.

Iter burocratico per aprire una hamburgeria

Aprire una hamburgeria non comporta chissà quale percorso burocratico. È necessario aprirsi una Partita IVA presso l’agenzia delle entrate e in seguito, come di consueto, registrare la propria posizione all’INPS e all’INAIL.

Non sono richiesti altri requisiti oltre che la certificazione HACCP che si ottiene dall’ASL. Per questo genere di attività alimentare viene richiesto anche l’attestato ICAIL ed un altro corso denominato SAB sostenuto dalla ASL.

Oltre questi requisiti più particolari legati al settore alimentare per aprire una hamburgeria aiuta possedere alcune capacità personali.

Si consiglia che gli individui che vogliono cimentarsi nel settore abbiano una forte propensione all’interazione. Conoscere i vostri clienti è il primo passo per fidelizzarli. In più è consigliabile avere una buona conoscenza nell’ambito culinario. Va bene prendere per la gola una fascia di clienti conquistandoli con il prezzo, ma è fondamentale avere anche un altro target, il consumatore maturo e attento alla qualità. Dunque avere esperienza in questo senso può permetterti di offrire ai clienti una qualità di carne invidiabile.

Aprire una hamburgeria: i costi da sostenere

Per aprire una hamburgeria non bisogna disporre di un grosso budget. Certo dipende sempre dal genere di attività che si vuole aprire, dai servizi che si vogliono offrire e dai coperti che si vogliono mettere a disposizione.

Quindi come prima cosa bisogna scegliere un locale. A seconda delle dimensione e della modalità con cui si entra in possesso della struttura, ovviamente può variare il costo dell’investimento.

Una cosa è acquistare un locale con 40 coperti, un’altra prendere ad affitto un negozio dove lavorare principalmente da asporto, offrendo per sedersi soltanto qualche sgabello.

Fatta questa scelta valutando le vostre possibilità, in ogni caso è necessario avviare una serie di modifiche strutturali per il locale. Come prima cosa sarà necessario rendere la vostra hamburgeria un posto accogliente. Come? Organizzando bene la disposizione dei tavoli e, avendo magari, anche un buon impianto di areazione. Capita che dentro alcune hamburgherie ci sia un’aria irrespirabile e questo certamente non è positivo.

Dunque le spese da affrontare sono principalmente legate alle modifiche per rendere il locale una vera e propria hamburgeria. Altre spese riguardano quelle che spettano ad una qualsiasi attività commerciale, anche se è consigliabile investire una somma per avere nella vostra hamburgeria degli schermi belli grandi su cui è possibile vedere partite di calcio.

Consulenza Gratuita

Dunque aprire una hamburgeria è semplice; bisogna trovare un locale e adeguarlo alle vostre esigenze. Come ho già detto in precedenza non trascurate però l’aspetto culinario di questa attività. E’ importante che nella vostra offerta presentiate carni di alta qualità, bio o a km 0. In più sbizzarritevi nel creare i panini ed offerte speciale per invogliare la clientela anche nei giorni più spenti. E’ bene che abbiate birre artigianali, è una conditio sine qua non se si vuole aprire un’hamburgeria.

Nel mondo dei social è possibile aumentare considerevolmente la propria visibilità. Dunque è importante che con la vostra pagina vi facciate pubblicità e cerchiate strategie per crescere. Ad esempio potreste chiedere ai clienti di fare una foto al panino e taggarvi; ogni giorno un cliente vincerà un prossimo panino gratuito, nel frattempo la tua hamburgeria sarà conosciuta dai followers dei concorrenti.

Sono diverse le possibilità di guadagno che offre un’attività come questa. Per avere successo bisogna organizzarla al meglio; da solo può essere difficile per questo è importante rivolgersi a degli esperti. Contributi PMI offre una consulenza gratuita per chi si trova ad aprire un’attività e vuole valutare la possibilità di accedere ad un finanziamento a fondo perduto.

Share

Richiedi una Consulenza Gratuita




Nessun commento

Lascia un commento