Top
Home » Finanziamenti » Fondo per la crescita sostenibile: bandi e interventi
Fondo crescita sostenibile

Fondo per la crescita sostenibile: bandi e interventi

Il Ministero dello Sviluppo Economico negli ultimi anni ha investito molto sull’innovazione e la sostenibilità delle imprese, focalizzandosi soprattutto sul sostegno alle micro, piccole e medie imprese.
In questo quadro si inserisce il Fondo per lo sviluppo sostenibile: in questo articolo scopriremo cos’è, come funziona e quali sono gli interventi previsti dal fondo.

Fondo per la crescita sostenibile: cos’è

Il Fondo per la crescita sostenibile, un tempo conosciuto come Fondo per l’innovazione tecnologica (FIT), ha l’obiettivo di finanziare una serie di interventi che vadano a migliorare la competitività dell’apparato produttivo del paese.

Più nello specifico, il Fondo per la crescita sostenibile ha diverse finalità:

  • promuovere progetti di ricerca, sviluppo e innovazione strategici per rilanciare la competitività del sistema produttivo Italia, anche attraverso il consolidamento delle strutture di ricerca
  • rafforzare le strutture produttive e il riuso di impianti produttivi e aree in situazioni di crisi
  • promuovere le imprese italiane all’estero e attrarre gli investimenti, in stretta correlazione con le azioni attivate dall’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane

Quali interventi promuove il Fondo per la crescita sostenibile

Questo fondo del Ministero dello Sviluppo Economico prevede una serie di interventi definiti dal decreto interministeriale del 8 marzo 2013.

Nel dettaglio gli interventi sono:

  • sostegno ai progetti di Ricerca e Sviluppo
  • rafforzamento della struttura produttiva del paese
  • internazionalizzazione delle imprese e l’attrazione degli investimenti dall’estero
  • progetti per la riqualificazione di aree tecnologiche produttive strategiche

Progetti di Ricerca e Sviluppo

Gli interventi per il sostegno dei progetti di Ricerca e Sviluppo hanno il fine di promuovere avanzamenti tecnologici attraverso lo sviluppo delle cosiddette “tecnologie abilitanti“, per esempio tecnologia di alta intensità, innovazione, posti di lavoro altamente qualificati.

L’intervento sostiene anche la creazione di tecnologie che consentano di affrontare le sfide per la società definite della strategia Europa 2020.

Gli interventi relativi ai progetti di Ricerca e Sviluppo fanno parte del programma quadro Horyzon 2020.

Tre bandi attivati, troviamo quello per i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, il bando Agenda Digitale Industria Sostenibile e il bando Eurotransbio.

Rafforzamento della struttura produttiva del paese

L’intervento ha il fine di rafforzare la struttura produttiva del paese attraverso specifici interventi

  • il miglioramento della capacità competitiva di comparti produttivi bisognosi di un riposizionamento e una riqualificazione
  • il potenziamento della base produttiva delle aree in ritardo, in particolare nel mezzogiorno
  • la riqualificazione delle aree in crisi industriale

Tra gli interventi attuati, troviamo quello a sostegno delle start up innovative (Smart & Start) e il rilancio delle aree di crisi industriali.

Internazionalizzazione delle imprese e attrazione degli investimenti

Questa forma di intervento ha l’obiettivo di sostenere progetti che diffondano e tutelino il made in Italy, anche attraverso la partecipazione a fiere e gare internazionali. L’intervento si rivolge anche a tutte le aziende che si vogliono impegnare in una strategia di internazionalizzazione.

Progetti speciali

Il Fondo prevede inoltre alcuni interventi volti a sostenere la riqualificazione di aree tecnologiche e produttive strategiche. In questo caso, più che di un singolo intervento si parla di una serie di interventi non solo di natura economica, ma anche di semplificazioni fiscali e altre misure finalizzate a creare nuovi posti di lavoro o salvaguardare l’occupazione esistente.

Bando grandi progetti Ricerca&Sviluppo

Lo scorso 18 ottobre 2017 il Ministro dello Sviluppo economico, con un decreto pubblicato a dicembre, ha destinato 350 milioni di euro del Fondo rotativo per il sostegno delle imprese e 100 milioni di euro del Fondo per la crescita sostenibile a interventi a favore dei progetti di R&S di Agenda digitale e Industria sostenibile.

La novità è rappresentata dall’aumento del contributo alla spesa (elevato al 20%), mentre il finanziamento agevolato è del 50/60% per le grandi imprese e del 50/70% per le Pmi.

Come funzionano le agevolazioni

Il Fondo per lo sviluppo sostenibile concede finanziamenti agevolati attraverso appositi bandi del Mise.
Nei diversi bandi vengono indicati l’ammontare delle risorse, i requisiti di accesso dei soggetti beneficiari, le condizioni di ammissibilità.

Fondo per lo sviluppo sostenibile: innovare e rinnovare le aziende

Il Fondo per lo sviluppo sostenibile del Mise è destinato sia alle grandi che alle Pmi che vogliono portare innovazione e miglioramenti nei propri processi produttivi.
I diversi progetti sono studiati per soddisfare le esigenze di innovazione e riqualificazione delle imprese e di aiutare gli investimenti all’estero (per l’internazionalizzazione delle aziende italiane).

Se vuoi usufruire del Fondo per lo sviluppo sostenibile e partecipare ai diversi bandi, chiedici una consulenza gratuita: ti aiuteremo a scegliere fra i diversi progetti finanziati dal fondo il più adatto alle tue esigenze.

 

Share
Nessun commento

Lascia un commento