Top
Home » Finanziamenti » Fare Lazio: contributi e finanziamenti per Pmi e professionisti
Fare Lazio per liberi professionisti e imprese

Fare Lazio: contributi e finanziamenti per Pmi e professionisti

Buone notizie per imprese e liberi professionisti del Lazio: la Regione ha dato il via al progetto Fare Lazio stanziando 63 milioni di euro per sostenere l’accesso al credito.

In questo articolo vedremo in cosa consiste Fare Lazio e quali sono i bandi aperti.

Cos’è fare Lazio

Fare Lazio è costituito da una serie di misure per lo sviluppo economico del territorio laziale.

La Cna, Confederazione dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa di Roma, ha sottoscritto una convenzione con Artigiancassa e con la Banca del Mezzogiorno Mediocredito Centrale per la gestione dei bandi finanziati con fondi strutturali e d’investimento europei e con fondi regionali.

Fare Lazio prevede 4 strumenti:

  • Fondo Rotativo per il piccolo credito
  • Fondo di riassicurazione
  • Voucher di garanzia
  • Garanzia Equity per la patrimonializzazione delle Pmi

Entriamo nel dettaglio.

Fondo Rotativo per il piccolo credito

Il Fondo Rotativo per il piccolo credito è una misura che prevede la concessione di prestiti a imprese già costituite e con una “storia finanziaria” alle spalle.

I destinatari del fondo sono le piccole e medie imprese e i liberi professionisti attivi da almeno 36 mesi e che abbiano (o intendano aprire) una sede operativa nel Lazio entro la data di erogazione del finanziamento.

Le imprese non devono avere un’esposizione di oltre 100mila euro nei confronti delle banche o degli istituti finanziari per cassa a scadenza.

Le agevolazioni previste vanno da un importo minimo di 10mila euro a un massimo di 50mila euro per una durata minima di 12 mesi e massima di 36 mesi.

È previsto un preammortamento di 12 mesi solo se i prestiti hanno una durata pari o superiore ai 2 anni.Il rimborso avviene con una rata mensile.

Il fondo finanzia gli investimenti materiali e immateriali, le consulenze per un massimo del 10% e in capitale circolante per un massimo del 30%.

Fondo di riassicurazione

Il fondo di riassicurazione è destinato alle Pmi e offre una nuova assicurazione (per l’appunto, una riassicurazione) Confidi verso gli istituti che erogano credito.

In questo caso a poter richiedere i fondi sono gli istituti di garanzia fidi (singoli o riuniti) convenzionati con il gestore del fondo Fare Lazio.

Destinatari finali sono le piccole medie imprese e liberi professionisti con una sede operativa nella regione Lazio, a patto che non siano in difficoltà economiche

Le agevolazioni consistono in riassicurazioni fino a un massimo del 80% dell’importo garantito dal Confidi ma solo se la garanzia rilasciata dal Confidi stia fra il 60% e l’80% del finanziamento concesso. L’importo massimo garantito dal Confidi è di 250mila euro, mentre l’importo massimo della rassicurazione di 200mila euro.

L’importo minimo di cui si può usufruire è di 10mila euro, il massimo circa 416mila euro se rilasciata al 60%, mentre si attesta intorno ai 312mila euro se rilasciata all’80%.

La durata va da un minimo di 6 mesi a un massimo di 5 anni.

Voucher di garanzia

Il voucher di garanzia consiste in un contributo a fondo perduto finalizzato a coprire, in modo parziale o integrale, il costo sostenuto per avere una garanzia rilasciata da un Confidi.
Destinati sono Pmi e liberi professionisti con sede operativa nel Lazio purché non abbiano protesti o altre situazioni “pregiudizievoli“.

Il voucher prevede un contributo a fondo perduto per un massimo di 75oo euro a singola garanzia, ma il voucher non può superare i costi sostenuti dall’impresa beneficiaria per ottenere la garanzia.

I prestiti devono avere queste caratteristiche minime:

  • devono essere finalizzati a investimenti o copertura di circolante
  • devono andare da un minimo di 10mila euro a un massimo di 250mila euro
  • la durata minima dev’essere di minimo 3 anni se finalizzati all’investimento, di minimo 18 mesi se finalizzato alla copertura di circolante
  • la durata massima dev’essere di 10 anni se finalizzati all’investimento, di 3 anni se finalizzati alla copertura di circolante

Garanzia Equity per la patrimonializzazione delle imprese

La Garanzia Equity consiste nella concessione di una garanzia gratuita sugli aumenti di capitale sociale da parte di soci vecchi e nuovi di un’impresa.

I destinatari sono le Pmi che hanno goduto di un aumento del capitale sociale che al momento della domanda presentano due bilanci approvati e che abbiano aperto o intendano aprire una sede operativa nel Lazio entro la data di rilascio della garanzia.

L’agevolazione consiste in una garanzia a favore dei soci vecchi e nuovi della Pmi che portino nuovo capitale all’impresa (almeno 50mila euro). La garanzia copre il 50% dell’aumento di capitale fino a un massimo di 200mila euro per singola impresa.

Come presentare domanda

Per presentare domanda bisogna accedere al sito Farelazio.it e visualizzare i bandi aperti.

Una volta registrati all’interno della sezione “censimento utenti” e ricevute le credenziali di accesso, bisogna accedere all’area riservata per presentare la domanda firmata digitalmente.

Fare Lazio: tanti contributi per Pmi e professionisti

Se hai un’impresa o sei un libero professionista che ha sede nel Lazio, contattaci e chiedici una consulenza gratuita: ti guideremo nella scelta del bando più adatto e nella compilazione della domanda in tutte le sue parti, così da farti ottenere il finanziamento desiderato.

Share
Nessun commento

Lascia un commento