Top
Home » Bando start up CCIAA Roma: cos’è e a chi è rivolto
Bando Startup

Bando start up CCIAA Roma: cos’è e a chi è rivolto

Fra le tante iniziative a favore delle start up, c’è da segnalare anche il bando promosso dalla Camera di Commercio di Roma, che vuole favorire lo sviluppo di nuove imprese e, di conseguenza, la crescita economica del territorio della provincia di Roma.

Scopriamo di più a proposito di questa misura: a chi è rivolta, come funziona e in cosa consistono le agevolazioni.

Bando start up CCIAA Roma: cos’è e come funziona

Il bando dedicato alle start up è una misura promossa dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma.
Come già detto, lo scopo è quello di favorire la nascita di imprese nella forma di start up.

Ad affiancare la Camera di Commercio di Roma ci sono i cosiddetti “soggetti attuatori” del bando, cioè i Centri di Assistenza Tecnica e Centri Servizi per l’Artigianato che hanno aderito all’iniziativa.

Chi vuole accedere alla misura e ottenere le agevolazione per creare una nuova impresa (nella città di Roma o in provincia), deve presentarsi in una delle sedi territoriali dei soggetti attuatori per avere informazioni, ricevere assistenza tecnica e presentare domanda di accesso al servizio di accompagnamento.

A ogni candidato è concessa la presentazione di una sola domanda.
Al momento della domanda, il soggetto attuatore deve preparare un preventivo dei costi del servizio di accompagnamento e la documentazione con la sostenibilità dell’idea imprenditoriale. A tal proposito, nel modulo della domanda dev’essere presente una descrizione del progetto imprenditoriale, chiara e breve, che deve contenere:

  • la descrizione del business
  • il piano di marketing
  • il piano economico/finanziario
  • il piano organizzativo

In caso di giudizio positivo rispetto alla domanda, sarà poi lo stesso soggetto attuatore a inviare alla camera la richiesta di accesso alla misura a favore del richiedente.
Sarà la Camera di Commercio ad approvare o respingere la domanda.

Sono esclusi dalla misura tutti quei soggetti che già esercitano un’attività imprenditoriale, tranne nel caso di costituzione di un nuovo consorzio di imprese o reti di imprese.

Qualora si voglia dare vita a una società di capitali, l’aspirante imprenditore deve essere legale rappresentante o amministratore della società.

L’iniziativa dura fino all’esaurimento delle risorse messe a disposizione dalla Camera di Commercio, che ammontano a 600mila euro, e comunque entro il 31 dicembre 2018.

Sono previsti dei controlli per verificare le fruizione dei servizi di assistenza tecnica, il rispetto degli obblighi previsti dal regolamento, la veridicità delle dichiarazioni e la regolarità dei documenti richiesti dal regolamento del bando.

In cosa consiste il contributo del bando start up CCIAA Roma

Il contributo consiste nell’abbattimento del costo di servizio di accompagnamento erogato a favore dell’imprenditore che ha fatto domanda.
Il contributo può arrivare a un massimo di 2500 euro, al netto di Iva; in caso di costituzione di società di capitale il contributo può salire a 3000 euro.

Dal contributo sono esclusi i costi diretti relativi a iscrizioni o certificati da fare presso il Registro delle Imprese.

Per avere il contributo, versato al netto della ritenuta al 4%, l’impresa deve essere iscritta al Registro delle Imprese della Camera e in regola con le dichiarazioni dell’attività esercitata.

Le richieste di accesso all’iniziativa sono visionate secondo l’ordine cronologico di presentazione alla camera da parte di soggetti attuatori dell’iniziativa.

Cosa si intende con “servizio di accompagnamento”?

Con “servizio di accompagnamento” si intende una serie di prestazioni di assistenza tecnica per la costituzione dell’impresa. Fra i servizi possiamo trovare

  • Segnalazione certificata di inizio attività Città Storica
  • Dia sanitaria alimentare
  • Parere igienico sanitario
  • Sopralluogo in azienda
  • Asseverazione urbanistica
  • Rischio di incendi per tipografie, litografie, falegnamerie, negozi, officine meccaniche, autorimesse, panifici, asili nido, alberghi, depositi, gruppi elettrogeni, etc.
  • Valutazione impatto acustico
  • Pratica emissioni in atmosfera

Il bando inoltre finanzia altre pratiche come l’iscrizione Inail, l’iscrizione e dichiarazione di inizio attività al Registro delle Imprese, la registrazione del marchio o del logo, la redazione del business plan, la costituzione di Srl, Srls, società familiari e cooperative, l’iscrizione delle imprese artigiane al Registro delle Imprese.

Bando start up CCIAA Roma: un aiuto concreto alle nuove imprese

Il bando promosso dalla Camera di Commercio di Roma a favore delle start up, le nuove imprese, ha l’obiettivo di aiutare la ripresa dell’economia del territorio della provincia di Roma.

Se hai un’idea imprenditoriale e sei della provincia di Roma, compila il form e contattaci: scopriremo insieme di quali contributi puoi usufruire e per quali servizi.

Share
Nessun commento

Lascia un commento